Utente 369XXX
Buon giorno, ringrazio anticipatamente tutti i medici che offrono questo servizio, perché spesso anche solo una risposta può essere importante.
Avrei bisogno di chiarimenti sulla mia situazione.
Sono un ragazzo di 25 anni in buone condizioni fisiche e nessuna patologia particolare.
Circa un mese fa avvertii delle fitte dolorose improvvise al capezzolo sinistro e toccando mi accorsi che circa 2cm al di sopra dell'areola era presente una neoformazione (così definita dal mio medico di base) dolorosa al tatto e leggermente anche non toccandola.
Questo gonfiore è mobile (non adeso al tessuto sottostante) e di forma allungata, spesso qualche mm e lungo massimo 2cm.
Nei 2-3 giorni successivi la cute era arrossata (non so se per il fatto che lo toccavo molto o per altro) ed il dolore è andato diminuendo fino a sparire del tutto nel giro di 3-4 giorni.
Questa neoformazione, dopo un mese, non è diminuita di volume ed è rimasta indolore.
Solo negli ultimi giorni sembra si stia formando un'altra formazione "allungata" leggermente dolente al tatto vicino alla prima ma molto più piccola.
Non ho notato l'aviazione nella forma del capezzolo o fuoriuscite.

Ne parlai al il mio medico circa 10 giorni fa e disse che se non fosse passato nel giro di una settimana avremmo effettuato un'ecografia.
L'esame lo effettuerò tra poco più di 10 giorni, ma nel frattempo vorrei chiedervi di cosa potrebbe trattarsi.
Il mio medico ha parlato di infiammazione delle ghiandole o di cisti quasi escludendo un tumore a priori per via della mia età.

A vostro parere di cosa potrebbe trattarsi?
Viste le caratteristiche e la mia età il tumore è da escludere quasi sicuramente (leggendo in rete ho letto che è molto raro sotto i 40 anni)?

Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.

Cordiali saluti.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Senza una visita è impossibile apportare alcun contributo, ma senz'altro concordo con il curante sulla eventuale, scarsissima, correlazione con un ipotetico tumore proprio in ragione della sua età .

Legga

https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/73-mammella-maschile-ginecomastia-carcinoma-patologia-mammaria.html

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 369XXX

Buon giorno, le riporto il risultato dell'ecografia bilaterale prescrittami dal mio medico di base.

"In regione periareolare sinistra piccola formazione ipoecogena sottocutanea di 4x1 cm da riferire verosimilmente a cisti sebacea.
Non altre tumefazioni patologiche nel contesto dei tessuti molli d'ambo i lati."

Da quello che mi è sembrato di capire si tratta semplicemente di una cisti.
Secondo quanto detto dal medico che ha eseguito l'esame non è assolutamente niente di preoccupante e me la posso benissimo tenere senza rischi e senza la necessità di controlli futuri (mi ha solo detto di mettere una pomata antibiotica se si dovesse infiammare come successo circa un mese e mezzo fa).

A suo parere sono necessari altri accertamenti e/o è necessario un controllo periodico?

Colgo l'occasione per porgere cordiali saluti.