Utente 396XXX
Ho 27 anni, ieri dopo aver dormito mi sono alzato con delle fitte come aghi nella zona del seno sinistro (si dice seno anche per i maschi?), fitte particolarmente intense quando toccavo la zona dell'aureola o allargavo le braccia. Le fitte sono durate per alcune ore, e adesso dopo mezza giornata sono passate. Al tatto e alla vista la zona sembra normale e non presenta difformità da quella destra.

Mi sembra di ricordare di aver avuto dolori del genere già in passato (ma non ricordo se intorno al capezzolo sx, dx o in entrambi), o probabilmente si trattava più di indolenzimento che di fitte come aghi. Mi ricordo invece bene che da adolescente ho ricevuto una botta forte sulla zona del capezzolo sinistro, con conseguenti dolori lancinanti per alcune ore.

Da ultimo, ma non so se c'entra, mi capita sporadicamente di sentire delle leggere fitte di dolore (non come spilli, ma più come strappi) nella zona delle ascelle e sotto le ascelle (dove ci sono i linfonodi per intenderci). Questi ultimi episodi non sono collegati a sforzi fisici, ma proprio perché sporadici li ho fin'ora ritenuti fisiologici o comunque non preoccupanti, collegandoli magari all'uso del deodorante (uso uno spray di acqua e bicarbonato e allume di rocca).

A breve mi recherò dal mio medico curante. Nel frattempo vorrei chiedervi un consiglio su cosa fare in base ai sintomi che vi ho descritto: è consigliabile un'ecografia, oppure non ce n'è bisogno?
Grazie

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Nulla di preoccupante in senso oncologico , ma comprenderà bene che nel suo caso l'esame clinico (= visita) sia fondamentale per programmare eventuali approfondimenti come l'ecografia.
Ci aggiorni se lo desidera dopo la visita con il curante.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 396XXX

Grazie, ieri mi ero un po' spaventato in quanto il dolore era lancinante. Dalla sua risposta capisco che, se la visita del medico non riporterà niente di fuori norma, la faccenda potrà essere archiviata anche senza ricorrere a un'ecografia (chiaro che la decisione al riguardo spetterà al mio medico).

Può essere che le fitte sono state causate dalla posizione in cui ho dormito (di lato)? Mi viene da ipotizzarlo, visto che sono cominciate appena svegliato.

Saluti

[#3] dopo  
Utente 396XXX

Aggiornamento: il mio medico mi ha visitato e non ha riscontrato niente di fuori norma nella zona del capezzolo dove sentivo le fitte, e non ritiene utile fare ulteriori indagini.

A me rimane il dubbio di quale sia stata la causa di queste fitte come spilli. Al riguardo il medico mi ha dato risposte generiche, e alla mia domanda se la posizione in cui avevo dormito poteva essere stata la causa, mi ha detto che sì, poteva aver contribuito alla venuta del dolore.
Secondo lei, escludendo ipotesi preoccupanti a livello oncologico, queste fitte come spilli da cosa possono essere state causate?

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Possibile la causa da Lei descritta e senz'altro nessuna altra causa significativa in senso oncologico.
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com