Utente 430XXX
Ho bisogno d'aiuto! Una decina di anni fa stanca dei troppi effetti collaterali che insorgevano dopo aver assunto farmaci allopatici nelle occasionali necessità di salute mi sono avvicinata alla medicina omeopatica e, seppur senza miglioramenti marcati, ho reso più tollerabili alcuni problemi come insonnia, l'ansia ecc. Da alcuni anni però (da circa 5 anni, con la menopausa forse?) è diventato per me impossibile curarmi sia con la medicina naturale (tisane, integratori naturali, fiori di back, rimedi omeopatici, ecc) sia con la medicina tradizionale. Devo interrompere ogni cura dopo pochi giorni per l'insorgere di vampate di calore e, soprattutto, perchè la mastodinia ad entrambi i seni (che da alcuni anni è diventata sempre presente con formicolii, fitte, senso di pesantezza e dolorabilità alla palpazione) si accentua pesantemente. Ho la prolattina basale a 11,03; il progesterone a 0,30; il testosterone a 0,31, la tiroide è a posto. Dal referto del senologo leggo: diffuso addensamento ghiandolare a carico dei QQSE bilateralmente senza nodularità palpabili. C'è qualche esame oggettivo che posso fare? La conclusione è che sono disperata perchè non mi posso più curare quando ne ho necessità e nessuno specialista che ho incontrato ha saputo aiutarmi.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
E come faccio a darle il contributo che si aspetta da noi senza una diagnosi e senza una visita, senza il referto di una mammografia e di una ecografia, che è indicata se il referto mammografico parla di "diffuso addensamento" ?

Le posso solo allegare

Dolori al seno
https://www.medicitalia.it/minforma/senologia/72-dolori-seno-mastalgia-mastodinia.html
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/cura_sintomo_dolore_mamario.htm
http://www.senosalvo.com/approfondimenti/dolore%20al%20seno...di%20competenza%20ortopedica.htm

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 430XXX

Gentile dottore, innanzitutto grazie per avermi risposto. Le riporto di seguito l'esito della mammografia: Tenue aggregato di microcalcificazione segnalato precedentemente non mostra particolare variazione nel numero e nella distribuzione delle formazioni microcalcifiche segnalate. Non risulta apprezzabile particolare distorsione architetturale locoregionale. Questo l'esito ecografico: L'ecografia rivela due formazioni di tipo cistico al seno sinistro diametro di 3-5 mm. Nel cavo ascellare linfocentro di natura reattiva flogistica. A destra altre formazioni cistiche del diametro di 2mm 4mm 5mm 4mm. In tutti i quadranti si escludono lesioni disproliferative solide o fenomeni fonoassorbenti a tipo tunnel acustico: Bilateralmente nel cavo ascellare rilevabile linfocentro reattivo flogistico. Spero di averle dato qualche informazione in più, i medici mi dicono che il mio seno "è fatto in questo modo" ma nessuno sa spiegarmi la correlazione tra questa mastalgia che ho da anni con l'impennata di dolore che mi impedisce di ingerire qualsiasi cosa di diverso dal cibo quotidiano.
Cosa posso fare per capire cosa accade al mio seno quando assumo dei farmaci (anche antinfiammatori) o degli integratori o semplicemente quando bevo per 2-3 gg delle tisane? La prego mi aiuti a capire. Grazie