Utente 402XXX
Buongiorno,
ho appena compiuto 39 anni. Ho fatto la mia prima mammografia a 37 anni in 2d, poi, dopo un anno, la seconda in 3d con tomosintesi. Il tutto accompagnato da ecografia. Fortunatamente a parte il seno fibrocistico non è stato evidenziato nulla di patologico.
Ora a distanza di 12 mesi dovrei prenotare mammografia ed ecografia e mi chiedevo se anzichè aspettare 12 mesi io potessi aspettarne 18 ma soprattutto se a livello di radiazioni è più pericolosa quella in 3d anzichè in 2d.
Che ne pensa?
Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Giuliano Lucani

32% attività
4% attualità
12% socialità
MILANO (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2005
Prenota una visita specialistica
Mi chiedo come mai faccia una mammografia annuale a 39 anni. L'indicazione agli esami ravvicinati è quando ci sono fattori di rischio per carcinoma mammario elevati (esampio una familiarità per tumore). La mammografia con tomosintesi ha una delle indicazioni in presenza di mammelle dense, e quelle giovanili spesso lo sono, ma bisogna tenere presente che l'esposizione alle radiazioni è più elevata di quella della mammografia 2d. In assenza di una motivazione clinica a mammografie revvicinate non posso consigliarle un esame piuttosto che un altro nè suggerirle la cadenza corretta degli esami che, per solito, vengono prescritti ogni due anni nelle donne di 40 anni.
Dott. Giuliano Lucani
Specialista in Chirurgia e Chirurgia Vascolare
Perfezionato in Senologia

[#2] dopo  
Utente 402XXX

Grazie caro Dottore,
in effetti non vedo neppure io motivo per fare esami invasivi così ravvicinati e non lo vede neppure la mia dott.ssa di base che me li sconsiglia caldamente.
Continuerò l'autopalpazione mensile e rimanderò di almeno qualche mese la mammografia e farò magari un'ecografia all'anno.
Un caro saluto.