Utente 448XXX
Buon pomeriggio,
scrivo per avere più che altro una rassicurazione.
Ogni anno mi sottopongo a un'ecografia mammaria a scopo preventivo, e fortunatamente è sempre andato tutto bene.
Poiché ho casi di tumore in famiglia, oltre all'ecografia annuale di maggio mi sottopongo anche a una palpazione approfondita dalla mia dottoressa, ogni ottobre, per stare più tranquilla. In pratica, mi faccio vedere due volte l'anno.
Sempre andato tutto ok.
L'unica cosa strana, di cui ho parlato alla senologa quest'anno, era che un giorno ho notato un leggero arrossamento a un capezzolo, ma che è passato da solo nel giro di pochissimo tempo e la dottoressa mi ha comunicato che non devo preoccuparmi.

Vengo al punto della consulenza che chiedo: anche l'ecografia di quest'anno è andata bene, ma dopo la visita mi sono ricordata di un episodio capitato diversi anni fa, di cui non ho mai parlato durante le visite successive, perché non lo ritenevo importante e quindi me n'ero completamente scordata.
Dopo un rapporto sessuale parecchio energico, in cui il mio fidanzato mi aveva eccessivamente stimolato un capezzolo (pizzichi, succhiotti e mordicchiamenti un po' troppo vigorosi), ho sentito fastidio al capezzolo per una giornata, ed è apparsa una minuscola crosticina rossiccia.
E' stato un fatto completamente isolato di anni fa, quindi ho attribuito quell'episodio all'eccessiva passione di quel momento.
Preciso che non ho mai più avuto crosticine di quel tipo, al massimo ho notato qualche pellicina che è venuta via da sola, molto tempo dopo e non associata all'episodio.
Il mio buon senso continua ad associare la crosticina alla stimolazione eccessiva, ma vorrei anche il parere di un medico.
Sono cose che succedono, a suo parere, e posso stare tranquilla fino all'ecografia del prossimo anno? O devo sottopormi a un altro tipo di visita raccontando l'accaduto?
Preciso, come detto più sopra, che l'episodio risale a più di 4 anni fa, e nel frattempo ho fatto diverse ecografie preventive, tutte andate bene.
Ultima domanda che magari c'entra poco: sono donatrice di sangue, posso continuare a donare tranquillamente?

Grazie mille!

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Si scordi dell'episodio che non ha alcun rilievo in senso oncologico.

Tanti saluti
Salvo Catania
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 448XXX

Grazie mille!
Facendo un immane sforzo di memoria credo che l'episodio sia successo forse due volte (stessa dinamica ovviamente). Nulla più.

Ok, mi scordo dell'episodio (come di quell'ex fidanzato), cerco di seguire uno stile di vita sano, e per la prossima ecografia, se ne parla l'anno prossimo.

Grazie ancora tantissimo, buon lavoro!

[#3] dopo  
Utente 448XXX

Per scrupolo: va da sé che non essendo una condizione patologica, non devo comunicare nulla in sede di donazione di sangue giusto?
(Mi scuso per la banalità della domanda, ma non vorrei combinare guai o fare figuracce...).

Grazie di nuovo!

[#4] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non c'è nulla da comunicare
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#5] dopo  
Utente 448XXX

Grazie ancora!
Buon lavoro!