Utente 473XXX
Salve sono una neomamma di 30 anni ho partorito circa due mesi fa e dopo quasi un mese di allattamento ho subisogno un intervento chirurgico a causa di un ascesso dovuto ad una mastite al seno destro. Premetto che non mi è stata fatta nessuna ecografia ma che la diagnosi mi è stata fatta semplicemente con una visita al pronto soccorso Dove mi ero recata per il dolore insopportabile seno rosso gonfio durissimo e dolente che presentava questo grumo nel la parte superiore. A circa dieci giorni dall' intervento il taglio si è rimacinato ma toccondo il seno continua ad essere duro esattamente nella parte dove era presente l ascesso . Ora mi chiedo è una conseguenza dell' intervento e si tratta quindi di tessuto cicatriziale interno oppure si tratta di qualcos'altro e devo preoccuparmi ? La parte non è dolente ma è come se ci fosse un grosso nodulo che comprende l areola e la parte superiore del seno. Vi prego aiutatemi a dare una risposta alle mie domande sono molto preoccupata. Il chirurgo inoltre mi ha consigliato di fare un eco nel momento in cui la ferita si fosse rimarginata perché a suo dire il seno era strano ! L eco sarà tra un mese e io ho molta paura . Grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr.ssa Maria Giovanna Fava

24% attività
0% attualità
8% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Quello che le è successo è più frequente di quanto immagini. L'ingorgo mammario e la mastite sono condizioni presenti nel puerperio che non devono creare ansia o allarmismi ma devono essere trattati con norme igieniche, sanitarie e specialisti dedicati. intanto escluda che non abbia ragadi o lesioni del capezzolo...poi se ci sono momenti in cui non allatta o non tira bene il bambino, usi il tiralatte anche x svuotare il seno. L'ascesso si è creato per contaminazione batterica di un ingorgo latteo, a cui può contribuire anche un quadro di tipo mastopatico già presente prima della gravidanza. L'atteggiamento del suo chirurgo è adeguato. Faccia l'ecografia mammaria e quando finirà di allattare si sottopone a una visita senologica.
Dr.ssa mariagiovanna fava

[#2] dopo  
Utente 473XXX

La ringrazio per la tempestiva risposta . Ho dimenticato di scrivere che avendo dovuto fare un ciclo di antibiotici ( Tavanic e rocefin ) ho dovuto smettere di allattare prima dell' intervento poiché questi erano incompatibili con l' allattamento.. tuttavia non ne ho avuto alcun beneficio e mi è venuto comunque l' ascesso . Da qui la mia preoccupazione .. magari non è stato drenato bene e quindi la parte si presenta ancora dura per questo o può essersi formato un nodulo? Durante l' intervento mi hanno irrorato la parte prima con soluzione fisiologica poi con acqua ossigenata magari è stata quest' ultima a fare indurire i tessuti ?

[#3] dopo  
Dr.ssa Maria Giovanna Fava

24% attività
0% attualità
8% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
Anche se faceva antibioticoterapia, a meno che l'allattamento non venga sospeso con terapia specifica, doveva continuare a tirare il latte col tiralatte! se le ritorna, si faccia odiare il dostinex e interrompa l'allattamento.
Dr.ssa mariagiovanna fava

[#4] dopo  
Utente 473XXX

Dottoressa mi scuso ma non credo di essere stata capita io ho preso ovviamente il dostinex per smettere di allattare.. La mia domanda è specifica .. Il grumo che sento nella parte superiore del seno è tessuto cicatriziale formatosi in seguito all' intervento oppure può essersi formato un nodulo? Vorrei solo capire se è normale sentire la parte dura Dove si trovava l' ascesso oppure no . Grazie

[#5] dopo  
Dr.ssa Maria Giovanna Fava

24% attività
0% attualità
8% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2017
e? normale, ma la sua struttura ghiandolare si può studiare solo con una diagnostica, non esiste la telemedicina a distanza! quindi faccia col suo senologo una ecografia.
Dr.ssa mariagiovanna fava