Utente 467XXX
Salve sono una ragazza di 22 anni.
Il 28 marzo Di notte al terzo giorno di ciclo inizio ad avvertire un dolore interno al capezzolo dx. La mattina seguente noto un leggero ispessimento sull'areola e nessun dolore. Nei giorni successivi fino ad oggi il mio capezzolo si è trasformato: il tessuto dell'areola si presenta raggrinzito, rosso e gonfio a tal punto da aver causato una introflessione parziale del capezzolo. Al tatto è molto duro come se ci fosse una grossa massa nella parte antiareolare. Sono andata a far controllare dalla dottoressa che Mi ha licenziata in pochi minuti prescrivendo flaminase per 8 gg ed ecografia..dicendo si tratti di ascesso. Questa mattina ho notato un coagulo biancastro con svariate venature di sangue. Percepisco da due giorni un forte bruciore su tutta la mammella, in special modo sulla parte interessata del capezzolo, che mi impedisce di trovare una posizione nelle ore notturne. Tale fastidio si estende talvolta anche nella zona ascellare dx.
Secondo lei posso stare tranquilla e proseguire solo con l'assunzione di flaminase?

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
[#2] dopo  
Utente 467XXX

La ringrazio per aver risposto!
Io sono una fumatrice, non incallita, ma lo sono.
Ciò che mi domando è che non vi sia altro dietro questo ascesso. Non faccio uso di reggiseni né ho mai stuzzicato in alcun modo l'area tanto da aver potuto causare l'infiammo.
Stamattina quel coagulo che si era formato è scoppiato senza alcun dolore da solo..inizialmente pus verdolino maleodorante e seguito da sangue e sangue.
L'area interessata è ancora dura..l'areola appare abrasa alla vista. I dolori più forti li ho nella notte poiché ogni posizione sembra far peso sulla mammella che nella totalità si è ingrassata rispetto al seno sx.