Utente 496XXX
Salve,

espongo brevemente la mia situazione per poi esplicitare le mie richieste.
Ho appena concluso una visita specialistica dalla mia ginecologia di fiducia che mi ha precritto, dopo le dovute analisi, il nuovo anello vaginale Kirkos come terapia contraccettiva.
Mi è stato indicato di effettuare dei cicli: per alcuni mesi consecutivi utilizzare l'anello e poi, per due o tre mesi, fermare la terapia ormonale, (proteggendosi ovviamente durante i rapporti) per poi ricominciare un ciclo di mesi consecutivi con l'anello vaginale inserito.
Vengo al punto. Vorrei sfruttare la terapia contraccettiva per aiutare il mio seno ad aumentare, so che alcune donne riscontrano un aumento del seno durante l'assunzione della pillola.
Le mie richieste sono le seguente:
- Per quanti mesi minimi posso tenere inserito l'anello (quindi ricevere ormoni) per aiutare il mio seno?
- Durante il periodo di non assunzione, quanto velocemente si risgonfierà il mio seno?
So che nessuno potrà dirmi se faccio parte di quelle donne a cui aumenta il seno grazie ad una terapia anticoncezionale, ma volevo cogliere l'occasione per sfruttare l'anello vaginale per entrambi gli scopi: evitare gravidanze e aumentare il seno.

Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione,
un cordiale saluto.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Puo' verificare solo Lei quale sara' la risposta dei seni alla terapia ormonale. Molte ad esempio non hanno alcun incremento di volume. E quindi non le rimane che verificare cosa accadra'

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 496XXX

La ringrazio per la risposta dott. Salvo Catania.
Saluti a lei!