Utente 519XXX
Buonasera Dottor Catania, ho quasi 50 anni ed in seguito ad una secrezione ematica spontanea, avvenuta una sola volta, ed altre provocate (strizzavo per vedere se usciva) a febbraio mi sono sottoposta a risonanza magnetica che non ha evidenziato niente dalla parte sinistra ma che ha rilevato zone più vascolarizzate. Di seguito le riporto il referto: FGT: tipo 4. Extreme Fibroghiandular Tissue. nelle acquisizioni T2w presenza di immagini iperintense sparse compatibili con microcisti, Background Parenchimal Enhancement (BPE) - moderate. FE (fochal enh) e NME (non mass enh) sparsi e bilaterali -area al QSI destro di circa 15 mm di NME con curva di tipo I e wi a 3' 50-100%.
CD reperto RM3 al QSI destro.
Dopo ho eseguito ecografia: parenchima complesso per la presenza di micronodularita' sparse e bilaterali di tipo microcisti o. Nella sede della segnalazione alla RM QSI dx non corrisponde tessuto patologico (alla clinica aumentata densità di tipo adiposo).Non linfoadenopatie ascellari. Negativo lo studio RA bilateralmente.
CD: microcisti sparse. Si consiglia di ripetere una proiezione per lato (ASS) tra 4 mesi per valutare la stabilità del quadro.
A fine giugno ho il controllo mammografico, mi hanno parlato di una zona più vascolarizzata a destra ed ho paura mi trovino un carcinoma. Secondo lei è preoccupante? Questa vascolarizzazione potrebbe essere data dalla mastopatia fibrocistica? Grazie

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Da quanto descrive e' probabile che l'esito risulti non preoccupante.

Tanti saluti
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com