Utente 552XXX
Buongiorno, sono una ragazza di (attualmente) 24 anni a cui due anni fa è stato diagnosticato un fibroadenoma di 15mm. Sono stata sottoposta a visita medica con palpazione, ecografia e agoaspirato il che ha portato a quella diagnosi, mi è stato detto di fare una visita di controllo all'anno ma sfortunatamente avendo cambiato paese (non vivo più in Italia ora) tra un problema e l'altro per via del trasferimento (e non avendo un medico qui) sono quasi due anni che non ho avuto modo di fare una visita.
Il fibroadenoma mi sembra aumentato di dimensioni ma resta mobile sotto pelle, non mi reca dolore (se non indolenzimento nei giorni verso il ciclo) e non ha in nessun modo modificato la forma del seno anche se sembra aver raggiunto i 2-3 cm oramai. E' comunque mia intenzione, appena possibile, andare a fare una visita.
Nel frattempo vi lascio la mia diagnosi e qualche domanda:

Materiale citologico riccamente cellulato costituito da numerosi lembi duttali iperplastici con profilo digitiforme a cui si associano nuclei nudi bipolari e frustoli di connettivo mi-(parola non leggibile sul reperto).
Negativa la ricerca di cellule neoplastiche maligne: C2.
Reperto compatibile con fibroadenoma, con iperplasia florida.

1) Se il fibroadenoma cresce di dimensioni, è sinonimo di qualcosa di grave o può succedere?
2) Se vi è possibile, potreste tradurmi con parole "comprensibili" la diagnosi? Non mi è stato detto molto all'epoca se non di stare tranquilla e fare controlli se mai fosse aumentato e che me l'avrebbero tolto superato i 3 cm di dimensione.
3) Dalla diagnosi si può capire se è un fibroadenoma semplice o complesso? Cosa significa "iperplasia florida"?

Grazie in anticipo della pazienza, in questo periodo sono un po' preoccupata perché rispetto a due anni fa sono calata 25 chili e quindi il seno (essendo più vuoto per il calo di peso) ha reso molto più palpabile e superficiale il fibroadenoma e aver saltato un anno di visita la cosa non mi aiuta.

[#1]  
Dr. Salvo Catania

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
LECCO (LC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Per prima cosa vorrei rassicurarla perche' le possibilita' di una degenerazione di un fibroadenoma sono trascurabili e nel suo caso la perdita di peso e' vantaggiosa perche' eventuali incrementi volumetrici rapidi li noterebbe anche senza una visita.
Se desidera un approfondimento ed un monitoraggio in caso di dubbi Le rispondero' senz'altro ma per comprendere la mia replica potrebbe essere necessario da parte mia inserire delle immagini (qui non e' possibile) e dovrebbe ripostare con il copia incolla tutta la sua gia' chiara storia su

https://www.medicitalia.it/spazioutenti/forum-rfs-100/come-si-calcola-il-rischio-reale-per-il-tumore-al-seno-44-6952.html

la pagina si aggiorna continuamente con l'arrivo dei commenti
e in fondo all'ultima pagina si apre una finestra dove puo' postare il copia incolla.


Mi raccomando, anzi mi raccomando due volte , deve presentarsi con un nome anche se di fantasia.

Specifichi se ha una storia familiare per tumore al seno o all'ovaio

L'aspettiamo
Salvo Catania, MD
Chirurgo oncologo-senologia chirurgica
www.senosalvo.com

[#2] dopo  
Utente 552XXX

La ringrazio infinitamente, Dottore, ho fatto come richiesto!
Aggiungo, per chi altro volesse commentare, che no, non ho nessuna storia familiare riguardo tumore al seno e ovaio.

[#3] dopo  
Utente 552XXX

Salve Dottore, Le riscrivo per un'ultima curiosità: sempre nel seno dove ho il fibroadenoma, ho oggi notato una vena superficiale e evidente, abbastanza grande e in rilievo attorno all'areola che non sono certa di aver sempre avuto (ma non vorrei dir scempiaggini!).
Premetto che sono al primo giorno del ciclo ma non ho dolore ai seni, potrebbe essere una causa ormonale o altro?
Scusi il disturbo e la ringrazio per una eventuale risposta!