Utente 701XXX
Salve,
ho un quesito particolare.

Sono un ragazzo di 20 anni e ormai da anni ho fatto caso a questo mio problema.

Mi capita che dopo essermi masturbato a vescica piena (ovvero iniziando la pratica nonostatne io senta lo stimolo ad urinare), la prima volta che urino dopo l'eiaculazione ho tutti i sintomi che sembrano quelli di una prostatite: immediatamente dopo aver urinato sento bruciore, inizio ad avere necessità di urinare spesso, sento come se la peristalsi anche intestinale sia ravvivata (sento l'intestino in movimento).

Questo mi capita molto spesso ed esclusivamente a vescica piena. Se bevo 3-4 bicchieri d'acqua e poi eiaculo senza aver prima aspettato di urinare almeno 2-3 volte è molto probabile che io avverta questi sintomi, che si risolvono nel giro di una mezz'ora.

Ne ho parlato col medico che però mi ha risposto che possono essere episodi di prostatite batterica, il fatto è che sono anni che mi capita e sempre solo nella situazione suddetta: vescica piena. Se ho l'accortezza di urinare non capita.

È una cosa normale? Puo' essere dovuta a qualche conformazione fisica particolare?

Grazie.

[#1] dopo  
Caro signore,
una congestione prostatica post eiaculazione è normale, ma quei sintomi mi paiono eccessivi. Meglio consultare un collega dal vivo. Il sospetto di prostaite è presente.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza

40% attività
8% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
MANCIANO (GR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2000
caro lettore,

normalmente si dovrebbe avere una attivita sessuale con la vescica non particolarmente "piena" anche perchè la distensione vescicale può in qualche modo alterare i sottili e coordinati meccanismi associati alla fuoriuscita dello sperma ed alla sua eiaculazione all'esterno.
Questi fenomeni potrebbero determinare "disagio o fastidi".
Cominci a masturbarsi ( non troppo frequentemente!) dopo aver urinato e veda se i fenomeni persistono
una valutazione specialistica, eventualmente, avrebbe un suo ruolo opportuno
cari saluti
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#3] dopo  
Utente 701XXX

Ripeto che eiaculare dopo aver urinato, o senza aver bevuto eccessivamente nell'ora immediatemente precedente non mi reca nessun fastidio, ho parlato di masturbazione perchè più facile da riprodurre il problema, ma ho ormai da anni frequenti e soddisfacenti rapporti completi "a vescica vuota" (o quasi) senza alcun tipo di fastidio.

Il medico ha liquidato la cosa senza troppa importanza, ed ho avuto la sensazione che fosse più un problema "meccanico", d'altronde mi basta urinare 1 o 2 volte prima di eiaculare in modo da non avere la vescica così piena (se bevo solo un bicchiere d'acqua e non urino non ho problemi).

Mi pare di capire che quindi sia possibile che la vescica completamente distesa possa "meccanicamente alterare" qualcosa a livello della fuoriuscita dello sperma.

Tendo a non pensare di avere un problema in quanto è fastidioso avere un rapporto normale con lo stimolo ad urinare, quindi se non mi fossi masturbato ignorando questo stimolo non avrei mai scoperto questi sintomi. Faccio male, devo insistere col medico per fare qualche esame approfondito anche se è una sintomatologia "evitabile"?

[#4] dopo  
In due le abbiamo detto di farsi vedere da specialista. Prima di vedere esami, in tali casi una palpazione della prostata e spesso dirimente
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#5] dopo  
Utente 701XXX

Gentile dottore, La ringrazio. Sono stato in effetti poco chiaro, il medico di cui parlavo era appunto uno specialista urologo. Chiedevo sull'opportunità di insistere e in quale senso proprio perché ero perplesso della risposta ricevuta (prostatite batterica) senza alcun esame più accurato. Parlerò della possibilità di cambiare urologo e di richiedere un esame della prostata tramite il mio medico di base.

Grazie ancora!

[#6] dopo  
Guardi basta che abbia palpato la prostata. E' sufficiente. A me.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#7] dopo  
Utente 701XXX

No non mi è stato effettuato alcun esame fisico. La faccenda è stata liquidata nel modo descritto.

Ho scritto qui curioso di sapere se magari poteva essere un non problema e quindi trattato con sufficienza dal punto di vista dello specialista.

La ringrazio per l'attenzione dottore, proverò ad indirizzarmi verso uno specialista più scrupoloso!

[#8] dopo  
Guardi non posso entrare nello specifico delle dinamiche della visita, ma io una palpatina alla prostata la darei. In ogni caso a livello pubblico le consiglio il Dipartimento di Urologia Ulrico Bracci della Sapienza, a livello privato il dr. Pozza.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#9] dopo  
Utente 701XXX

Molte grazie per le sue indicazioni. Un'ulteriore scrupolo: pensa che debba sottopormi urgentemente a visita più accurata o considerando che avverto questi sintomi ormai da anni (e solo in quelle determinate situazioni) posso aspettare ancora dopo l'estate?

È stato veramente gentile.

[#10] dopo  
Dopo l' estate, tranquillo, non è granchè comunque.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org

[#11] dopo  
Utente 701XXX

Mi sento un po' in imbarazzo, ma davvero la ringrazio di nuovo. Le auguro un buon week end.

[#12] dopo  
Imbarazzato de che? come si dice a Roma. faccia sapere.
Dr. Giorgio Cavallini
http://www.andrologiacavallini.it
http://www.morbodilapeyronie.altervista.org/
www.azoospermia.altervista.org