Utente 261XXX
Salve. Da tempo ho un problema che mi capita subito dopo la fine della scarica principale di urina, quando vado in bagno. Uno spiacevolissimo fastidio mi prende al pene appena fuoriuscita l'ultima goccia di urina; mi capita a distanze di periodi molto variabili, può non capitare per mesi, oppure può succedere per due giorni di seguito. La maggior parte delle volte accade di mattina appena alzato oppure prima di andare a dormire, la sera. Mentre urino, nel momento della scarica principale non sento nulla, però arrivato alla fase finale del getto, quando esso si indebolisce sempre di più fino all'ultima goccia, vedo le stelle; il fatto che si può definire " strano " è che nel momento in cui faccio uscire altra urina (quella poca rimasta dopo il getto principale) il dolore si attenua, per poi ritornare subito dopo che l'ultima goccia viene rilasciata. Ed è terribile perchè certe volte il dolore si " diffonde " in tutta la zona del pene, a partire dall'estremità giungendo fino alla base. L'unico rimedio per " non sentirlo " è emettere continuamente urina per frenare la sensazione dolorosa, in posizione seduta sul water perchè vi ricordo anche che alzarmi, rialzare il pantalone e la mutanda coprendolo, uscendo dal bagno e provare a " distrarmi " non fa che peggiorare la situazione in quanto il dolore lo si avverte maggiormente e delle volte non riesco neanche a camminare. Questo dolore mi costa molto tempo da trascorrere sul water, cosa che però devo dire mi ha aiutato in certi casi di stitichezza, quando il " fatidico momento " tarda ad arrivare. Il tempo che deve trascorrere affinchè il dolore passi può aggirarsi intorno ai 40 minuti (seduto sul water) o giungere persino a più di 60 minuti (passano veloci). Masturbazione in media 2 volte al giorno. Non mi capita di dover pensare di comunicare il problema al medico di base proprio perchè questi doloretti mi capitano una volta ogni tanto, e a dire il vero TEMO il controllo della prostata e la metodologia utilizzata. Credo che sarà comunque un'azione doverosa che servirà alla mia salute. Prima di trovare lo spazio temporale per fissare un appuntamento col medico era mia curiosità sapere opinioni a riguardo, visto che problemi simili al mio non ne ho trovati in questo sito, e per questo ho scelto di registrarmi e chiederlo direttamente, Grazie

Lucio Anneo S.

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
CASSINO (FR)
SAN GIUSEPPE VESUVIANO (NA)
TORRE DEL GRECO (NA)
CATANZARO (CZ)
POZZUOLI (NA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro utente putroppo la sintomatologia così accuratamente descritta da lei potrebbe essere legata a varie situazione, di cui la più probabile è appunto un infiammaizione della prostata.
per tale motivo da questa sede l'unico consiglio valido che le possiamo dare è
1 ridurre il numero delle masturbaizoni
2 consultare un urologo con eventuale ecografia dell' apparato urinario.
Dott. Giuseppe Quarto. Urologo andrologo
rep urologia Ist. tumori Napoli fond Pascale
www.andrologo-urologo.com