Utente 211XXX
Gent. Dottori, mi trovo qui a chiedervi un consiglio.
Circa una settimana fa ho subito (o almeno credo) una sub torsione al testicolo dx, ovviamente essendosi risolta quando ho fatto visita al pronto soccorso non l hanno potuta accertare con sicurezza. La sensazione non è stata dolorosa ma inizialmente ho sentito che c’era qualcosa fuori posto, notando visivamente la posizione anomala del testicolo (mi sembrava orizzontale anziché dritto come al solito) ho cercato di sistemarlo manualmente. Ancora nessun dolore ma solo sensazione di fastidio e ad occhio sollevato rispetto a quello sinistro. Vado dal medico di base che non riscontra anomalie se non un nodulo allo stesso testicolo da me mai notato e consiglia ecografia. Preoccupato e poiché iniziava qualche doloretto vado al pronto soccorso dove mi viene eseguita una visita ed ecografia per scongiurare parziale torsione. Risultato: nessun nodulo ma un testicolo mobile a detta dell urologo da operare il prima possibile con intervento di fissaggio in anestesia locale poiché in caso di torsione vera e propria avrei potuto perdere il testicolo. Un po’ scettico, poiché mi si consiglia questo intervento al primo episodio della mia vita di sub torsione o simili, chiedo consulto a medico di base e ad altro medico che mi suggeriscono cautela e attenta valutazione della situazione prima di decidere di operare. Faccio l’ecografia prescritta da medico di base dove si rileva varicocele 2° grado sx (asintomatico), lieve aumento testa epididimo dx e basta. Il radiologo mi dice espressamente che per il fissaggio del testicolo lui aspetterebbe. Visita da un altro urologo: varicocele da operare se alterazioni spermiogramma, spermiocultura per valutazione epididimite, ciproxin per la stessa (non dolente in alcun modo). Per quanto riguarda l’intervento di fissaggio del testicolo dice che è mobile, in sede, normotrofico e che l’ipotesi più preoccupante che è quella di risalita nel canale inguinale per me è difficile perché anche manualmente provando a spingerlo in alto non entra se non con grande pressione (ma visto il possibile dolore non ha provato a farlo). Conclusione: se deve essere operato di varicocele possiamo considerare il fissaggio nel medesimo intervento.
Quello che vorrei chiedervi è, e mi scuso per essermi dilungato, voi mi consigliereste di sottopormi a fissaggio del testicolo vista la mia età e il singolo episodio di sub torsione?

[#1] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
purtroppo la diagnosi di subtorsione e o torsione testicolare può essere eseguita solo durante l'episodio di torsione.
Penso che sia importante cmq che Lei sappia di tale evenienza e soprattutto sappia che in caso di dolore testicolare si deve rivolgere al più presto ( la sofferenza testicolare anche irreversibile avviene anche dopo 4/6 ore dall'inizio della torsione) e nessuno può prevedere se ne riavrà mai.
A Lei quindi la decisione se aspettare o meno.
Altro discorso è il varicocele che s presente , a mio avviso, va operata prima di avere alterazioni del liq seminale.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#2] dopo  
Utente 211XXX

La ringrazio per la pronta ed esauriente risposta! quello che vorrei capire, nella mia valutazione se effettuare o meno l'intervento di fissaggio, è se esistono tecniche di fissaggio differenti, se l'intervento è "delicato" e se può avere complicazioni e in caso quali. Il fatto che mi sia stato descritto come intervento "banale" vista la zona sulla quale si interviene ritengo che sia meglio essere bene informati su tutte le possibili evenienze.
Secondo lei l'epididimite al testicolo dx può essere correlata alla sub torsione o episodio verosimile? cioè può esserne una conseguenza o è una fatalità?
Per quanto riguarda il varicocele mi sembra di capire che lei lo opererebbe a prescindere, ed anch'io, onde evitare spiacevoli sorprese in futuro, vorrei correggerlo prima che diventi sintomatico o possa crearmi qualche tipo di problema.

Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Riguardo all'intervento di orchidopessi io provvedo solo a resecare la vaginale e a fare si che il testicolo si fissi nella maniera più naturale e fisiologica cosa che sarebbe inattuabile con le varie tecniche di fissaggio, complicanze cmq minime ( orchite).
L'epididimite non ha nulla a che fare con un eventuale subtorsione.
Riguardo all'essere interventista ,la mia valutazione tine naturalmente conto della sua giovane età.
Cordialmente

Dott.Roberto Mallus

[#4] dopo  
Utente 211XXX

Grazie dei consigli e delle spiegazioni dr. Mallus!
come già avrà capito, l'intervento per la correzione del varicocele più di tanto non mi spaventa e per la mia tranquillità, se la decisione dipendesse solo da me lo farei anche domani, ma devo attendere il parere del collega che mi segue. A tal proposito lei quale tra i vari interventi eseguirebbe (varicocele 2° clinico funicolare e peritesticolare)?
Siccome devo fare anche la spermiocultura è necessario che porti a termine la terapia antibiotica e attenda anche qualche giorno prima di fare questo esame?
L'intervento di orchidopessi mi spaventa non tanto per l'intervento in sè ma piuttosto per il risultato finale...ho il timore che il testicolo si fissi o venga fissato in modo innaturale e che ciò possa recarmi fastidio per il resto della vita (tipo sentirlo "tirare" o fuori posto). Se non ho capito male vi sono alcuni tipi di intervento che prevedono il fissaggio tramite sutura alla parete interna dello scroto; mentre la tecnica che eseguirebbe lei, prevede che la vaginale aderisca spontaneamente all'interno dello scroto per mantenere quindi il testicolo bloccato.
Spero di non essere stressante, ma il risultato finale dell' intervento quindi sarà un testicolo totalmente immobile e "naturalmente" incollato allo scroto? il riflesso cremasterico sarà ancora "funzionate"?

la ringrazio per il tempo dedicatomi!
Saluti

[#5] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Certamente la decisione di un eventuale intervento spetta al collega che la segue e così la tecnica da eseguire.
Io preferisco la tecnica sec Ivanessevich, mentre i risultati dopo orchidopessi senza alcun punto di fissaggio ha come risultato la normalità in quanto il testicolo non fa aderenze con la parete scrotale con annesso cremastere ma con i tessuti peritesticolari.
Cordialmente
Dott.Roberto Mallus

[#6] dopo  
Utente 211XXX

Ringrazio per la chiarezza e velocità di risposta.
per quanto riguarda i tempi di recupero, più o meno sono analoghi quelli di varicocele e orchidopessi? lei eseguirebbe tutto con un unico intervento?
l'ultima domanda che non so se aveva già letto nel precedente post, mi sono dimenticato di chiederlo al curante, per spermiocoltura è necessario che porti a termine la terapia antibiotica e attenda anche qualche giorno prima di fare questo esame?

grazie!
Saluti

[#7] dopo  
Utente 211XXX

salve, le scrivo i risultati dello spermiogramma.

L Giorni di astinenza 4.00 giorni WHO 1999: 3-5
WHO 2010: 3-5
VALUTAZIONE MACROSCOPICA
L Presenza del coagulo Si
L Colore Grigiastro
L Viscosita' Normale
L Fluidificazione in 60 minuti S i
L p H 7.80 p H WHO 1999: => 7.2
WHO 2010: => 7.2
L Volume 3.00 m l WHO 1999: => 2
WHO 2010: => 1.5
ANALISI MICROSCOPICA
L Concentrazione spermatica 2 1
L Spermatozoi per eiaculato 6 3
L Numero cellule rotonde 2.00 x 1 0 E 5 / m l WHO 1999: =< 50
L Agglutinazioni Assenti
L Aggregati non specifici Assenti
L Cristalli Assenti
L Cellule di sfaldamento +
Liquidi e materiali biologici
L Emazie Assenti
MOTILITA' ENTRO 60 minuti
L Progressiva PR rapida 15.00 %
L Progressiva PR lenta 16.00 %
L Non progressiva NP 13.00 %
L Immobilita' I 56.00 %
L Totale PR rapida + PR lenta 31.00 % WHO 1999: => 50
WHO 2010: => 32
L Totale motilita' PR + NP 44.00 % WHO 2010: => 40
TEST DI VITALITA' test eosina
L Spermatozoi vivi 69.00 % WHO 1999: => 50
WHO 2010: => 58
L Spermatozoi morti 31.00 %
MORFOLOGIA SECONDO KRUGER
L Forme normali 5.00 % WHO 1999: > 14
WHO 2010: > 4
L Anomalie testa 92.00 %
L Anomalie coda 10.00 %
L Anomalie tratto intermedio 34.00 %
L Residui citoplasmatici 1.00 %
L Teste/flagelli isolati 0 / 0
L Batteri Assenti
L Conclusioni WHO 2010: astenozoospermia
(si segnala teratozoospermia secondo

è preoccupante? con la correzione del varicocele avrò miglioramenti?
la ringrazio in anticipo

[#8] dopo  
Utente 211XXX

Gent. dott. Mallus, in accordo con l'urologo e grazie anche ai suoi consigli, ho deciso per entrambe le operazioni che ho effettuato qualche giorno fa. gli interventi sono stati eseguiti secondo le tecniche da lei consigliate. fino ad oggi tutto bene, a parte il dolore delle suture e un estremo gonfiore/dolore allo scroto ma che mi auguro sia nella norma. secondo la sua esperienza quali esami sono consigliabili in futuro per controllare che sia tutto ok? e a che distanza dall'intervento?
la ringrazio

[#9] dopo  
Dr. Roberto Mallus

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
12% attualità
20% socialità
LATINA (LT)
APRILIA (LT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gent.le utente,
l'intervento da Lei subito contempla la sezione e legatura della vena spermatica interna varicosa appunto,
Il ritorno venoso dovrà ricostitutirsi in 2 mesi con una neoformazione vasale, e qs spiega il perchè del gonfiore.
In conclusione tutto bene,
Cari auguri
Dott.Roberto Mallus