Utente 170XXX
Buongiorno,
sono un ragazzo di 25 anni e vorrei chiedere una diagnosi sui seguenti valori dell'esame urine:
colore giallo oro
aspetto leggermente torbido
Ph 6
glucosio 0
proteine 20
emoglobina 0
corpi chetonici 0
bilirubina 0
urobilinogeno 3
nitriti assenti
peso specifico 1,035

esame citrofluorimetrico
batteri 430
emazie 10
leucociti 32
cellule epit. 9
miceti 0
commenti diversi cristalli di ossalato di calcio

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Giovanotto,
varie sono le cause che possono aumentare i livelli di urobilinogeno nelle urine, nel suo caso il valore è appena più elevato che il normale. Questo rilievo è confermato anche dal colore delle urine stesse, descritto come "giallo oro". Inoltre si tratta di urine esageratamente dense, da insufficiente idratazione. Per intanto, la invitiamo certamente ad assumere più liquidi, soprattutto bere più acqua durante la giornata. Per il resto, varrebbe senz'altro la pena di approfondire qualche acertamento sul fegato. Ne parli ovviamente con il suo medico curante.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 170XXX

Ieri mattina mi sono recato dal mio medico di base il quale mi ha somministrato il seguente farmaco: Fosfomicina 3g, granulato per soluzione orale, 2 bustina da prendere 24 ore l'una dall'altra e tra 10 giorni dovrò ripetere l'esame completo delle urine... E' efficace questa terapia?

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
ci sfugge il motivo per il quale sia stato prescritto un antibiotico, d'altronde lei non ci ha indicato i motivi per il quale sia stato eseguito l'esame delle urine del quale ci ha riportato il risultato.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 170XXX

Buonasera,

l'esame delle urine mi è stato prescritto assieme alle analisi del sangue per un controllo a causa di calo poderale. A fine mese dovrò eseguire le analisi complete delle urine.

[#5] dopo  
Utente 170XXX

Buongiorno, oggi a distanza di 10 giorni dalla fine cura questi sono i nuovi risultati delle mie analisi urine completi:

ESAME URINE
COLORE GIALLO ORO
ASPETTO LIMPIDO
pH 6,0
GLUCOSIO 0 mg/dl
PROTEINE 20,0 mg/dl
EMOGLOBINA 0,00 mg/dl
CORPI CHETONICI 0,00
BILIRUBINA 0,00 mg/dl
UROBILINOGENO * 2,00 mg/dl
NITRITI Assenti
PESO SPECIFICO * 1,034

Esame Citofluorimetrico
BATTERI 71,90 n°/uL
EMAZIE 4,90 n°/uL
LEUCOCITI 18 n°/uL
CELLULE EPIT. 5 n°/uL
MICETI 0 n°/uL

[#6] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Giovanotto,
come anche lei avrà notato, i livelli di urobilinogeno sono scesi ad un livello che non impensierisce. Non sappiamo se lei abbia assunto o meno l'antibiotico, comunque anche il sedimento dimostra alterazioni assolutamente marginali. Le urine continuano però ad essere assolutamente troppo dense (1034), queso ci fa ritenere che lei non abbia purtoppo seguito correttamente il nostro consiglio di aumentare notevolmente l'assunzione di liquidi non alcoolici.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
Utente 170XXX

Buonasera,
si ho assunto l'antibiotico come indicato dal mio medico di base,ovvero un totale di 2 buste di cui una a distanza di 24 ore dall'altra, quello che vedo presenti per la prima volta e non so cosa siano sono invece le cellule epit. Provo a bere più acqua,ma qua purtroppo a Latina, abbiamo il problema dell'arsenico presente all'interno dell'acqua potabile.
Saluti

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
riteniamo con ampio margine di certezza che la disidratazione sia molto più pericolosa delle tracce di arsenico. Lei fuma per caso?

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 170XXX

Buonasera,
no,non ho mai fumato in vita mia.
Per cosa la disidratazione è molto più pericolosa rispetto all'arsenico?

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
immaginiamo che lei ben sappia quanto il corpo umano sia composto da acqua per il 70% e questa percentuale debba essere mantenuta con molta accortezza se si vuol preservare il buon funzionamento dell'organismo, a partire dai reni, all'intestino e molti altri. I danni da disidratazione, ci creda, sono infinitamente più gravi di quelli teoricamente legati alle tracce d'arsenico. Abbiamo citato il rischio del fumo per evidenziare che differenza esista fra un rischio vero ed uno tanto basso da essere incalcolabile. Pertanto non cerchi altre scuse e avanti con l'acqua, anche quella del sindaco di Latina.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 170XXX

Buonasera,
ok..io finora resistevo dal bere per timore dei danni causati dall'arsenico,ma avendo ben capito la situazione attuale forse non ho fatto altro che peggiorare... Da stasera in poi inizierò a bere più acqua. La ringrazio moltissimo per la sua spiegazione così esaudiente.
P.S. Può essere utile eseguire una bioimpedenziometria corporea?

[#12] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signore,
l'esame di cui ci parla è perlopiù utilizzato in dietologia, non vediamo nel suo caso utilità che vadano al di là della semplce curiosità. La parola passa però ai veri specialisti di questo settore.

Saluti
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#13] dopo  
Utente 170XXX

ok grazie