Problema urinazione frequente

Salve gentili dottori e grazie del tempo che vorrete dedicarmi. Richiedo un consulto in quanto e' da ieri mattina che durante la giornata sento un frequente stimolo ad urinare. Premetto che io non bevo molto. Da ieri mattina ho notato pero che sento questo bisogno frequentemente durante la giornata e inoltre oggi per tutta la giornata ho avuto la sensazione di avre la bocca asciuttace secca nonostante ciò non ho sete e anche se bevo la sensazione permane. Durante la minzione non provo bruciore e inoltre anche se fra ieri ed oggi sono andato varie volte al bagno per urinare ho sempre espulso una quantità normale di urina. A settembre ho fatto un esame del sangue (dato che non li facevo da anni) e avevo un valore di glicemia a digiuno pari a 77. Dato che sono un tipo che si preoccupa in maniera un po' eccessiva per la sua salute ogni segna
E del mio corpo tendo a interpretarlo come una malattia (in particolare il diabete mellito di tipo 1 mi ha sempre spaventato) e così ieri quando ho notato che urinavo piu frequentemente mi sono preoccupato subito. Secondo voi questo puo condizionare il mio stimolo ad urinare? E soprattutto posso stare tranquillo riguardo al tasso glicemico dato che ho fatto gli esami appena 4 mesi fa oppure devo misurare nuovamente la glicemia? GRAZIE MILLE DELLA RISPOSTA.
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,6k 1,3k 15
Gentile Giovanotto,
a 22 anni è inverosimile che la malattia diabetica si sviluppi nell'arco di pochi mesi. Pertanto da questo punto di vista diremmo che ogni preoccupazione sia irragionevole. L'aumento della frequenza ad urinare può avere molte altre cause, perlopiù banali, a partire da una blanda infiammazione a livello delle basse vie urinarie e genitali. Per ora le consiglieremmo unicamente di bere molta più acqua per alcuni giorni e darsi magari una regolata nell'alimentazione. Se il disturbo permanesse immodificato oltre i 3-4 giorni, ne parli ovviamente con il suo medico curante per l'esecuzione di qualche semplice indagine di primo livello, a partire dall'esame delle urine.

Saluti

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
grazie mille dottore della rapidissima risposta. in ultimo volevo chiederle a quale età invece il diabete insorge nell'arco di pochi mesi? Comunque dottore gia oggi il bisogno di urinare è un po' diminuito permane un po' la secchezza in bocca secondo lei a cosa è dovuta? grazie ancora.
[#3]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,6k 1,3k 15
Gentile Giovanotto,
la malattia diabetica non insorge praticamente mai in modo acuto, tranne che in situazioni assolutamente particolari di gravi malattie del pancreas i cui segni sono peraltro evidenti ed inequivocabili. Non ci pensi neanche.
Se, come ampiamente prevedibile, le cose sono già volte al miglioramento, continui a bere molta acqua e stia sereno, qualche esame di sangue ed urine si potrà ripetere con calma tra qualche tempo.

Saluti
[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille dottore per le rassicurazioni seguirò i suoi consigli. Buon lavoro!
[#5]
dopo
Utente
Utente
Dottore mi scusi se torno a disturbarla, vorrei solo porle una domanda: dopo quanto tempo un varicocele puo causare infertilità permanente? Entro quale età andrebbe diagnosticato per evitare danni irreversibili? La ringrazio per l'eventuale risposta a questa mia curiosità.
[#6]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,6k 1,3k 15
Diciamo che se vi è un deficit seminale significativo associato ad un evidente varicocele, è improbabile che questo migliori se l'intervento correttivo è eseguito dopo i 30 anni di età. Purtroppo oggigiorno è raro che i maschi metta alla prova la propria fertilità prima dei 30 anni, pertanto è importante che venga sempre eseguito l'esame del liquido seminale appena il varicocele viene. diagnosticato.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentilissimo dottor Piana le avevo parlato del varicocele, ebbene un mese e mezzo fa me ne e'stato diagnosticato uno di 2 grado al testicolo sx, tuttavia mi si deve essere presentato massimo da un anno e mezzo perché prima avevo fatto una visita ed era assente. Sto attendendo il risultato dello spermiogramma che credo arrivi a giorni. Tuttavia ciò che mi preoccupa e' questo: ho letto su internet che la palestra e' sconsigliata da alcuni per il varicocele e alcuni pareri medici online dicevano di non poterla praticare in caso di tale patologia. Letto cio' sono entrato nel panico, ho iniziato a cadere in depressione. vede dottore per me la palestra e' una cosa veramente importante e farne a meno da così giovane mi sembra assurdo, sarei davvero disperato. il mio urologo non mi ha pero' detto niente. l'ecografo mi ha detto che non e' positivia ma non me l'ha proibita. Ciò che mi ha spaventato e' che su internet ho letto che chi ha varicocele non può fare mai più attività pesistica. Tuttavia e' patologia comune, molti uomini dovrebbero interrompere sennò e invece vedo che continuano. Fortunatamente ieri ho parlato col BRAVISSIMO dottor Beretta su questo sito che mi ha detto che smettere per sempre e' una cosa assurda e che posso continuare a fare pesi stando attento. oggi ho chiamato il mio medico generico e mi ha detto che alla mia età devo fare sport e che posso continuare attività pesistica anche con varicocele. Non sono però ancora tranquillo e mi piacerebbe avere anche un parere da lei vista la sua cordialità oltre a quello del gentilissimo dottor Beretta che mi ha rassicurato. Aggiungo che a parte rari casi non ho quasi mai dolore e in palestra non faccio quasi punti esercizi in piedi ma tutti da seduti e con carichi non eccessivi. La prego mi aiuti, secondo lei devo smettere così giovane? Non potrò mai più fare palestra in vita mia? oppure posso continuare? La prego sono molto turbato so che sembra stupido ma e' così. La ringrazio davvero di Cuore per la sua disponibilità. Un saluto.
[#8]
Dr. Paolo Piana Urologo 27,6k 1,3k 15
Su internet si documenti al massimo sulle previsioni del tempo ... ma tutto quanto ha a che fare con la sanità lo consideri sempre in modo estremamente critico. Il Collega Dott. Beretta è estremamente competente nel campo specifico dell'andrologia, ben più di me che come vede mi occupo principalmente di "pietre" ... pertanto non posso che concordare con le sue sagge indicazioni. Se poi il varicocele le desse veramente fastidio, potrà essere sottoposto ad un banale intervento correttivo come tantissimi suoi coetanei.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test