Utente 347XXX
Salve, sono un ragazzo di 29 anni, da qualche giorno sto avendo dolori all''inguine sx con maggior intensità alla base sx del pene e nella zona perineale sx. I dolori all''inguine e nella zona perineale vanno e vengono e non sono proprio dei dolori, questo avviene soprattutto quando sono seduto o quando disteso incrocio le gambe. Quando ho erezioni, rapporti o mi masturbo ho delle piccole fitte alla base sx del pene e il colore, del pene e dello scroto, diventa più scuro.
Prima che iniziassero questi dolori, ho avuto un''erezione notturna dolorosa, era una fitta abbastanza forte alla base del pene che mi ha svegliato.
Non ho bruciori nel minzionare o durante il coito.
Nel 2007 ho subito un intervento di ernia inguinale SX.
A gennaio 2014 mi sono ricoverato per polmonite mycoplasma e infezione acuta da citomegalovirus. Durane il ricovero, mi hanno diagnosticato un''embolia polmonare. Attualmente sto prendendo un farmaco anticoagulante e una serie di integratori per aumentare e mie difese immunitarie.
Il cardiologo mi ha prescritto uno screening per la trombofilia, che farò a breve, perché pensa sia una questione genetica.

A cosa sono dovuti questi dolori?
Sono in qualche modo in collegamento con l''embolia polmonare? (ho letto della trombosi della vena dorsale e mi è venuto un dubbio)
Il cambiamento del colore del pene e dello scroto, quando ho rapporti o mi masturbo, può essere a causa del farmaco anticoagulante che sto assumendo?

GRAZIE

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettore,

tutto quello che ci racconta, anche in modo un pò confuso e caotico, ci fa pensare che lei abbia una infiammazione delle vie uro-seminali (vescicole seminali e prostata compresa); lasci perdere l'embolia polmonare e la trombosi della dorsale, è giunta l'ora per una precisa e diretta valutazione con esperto andrologo.

Nel frattempo, se poi desidera avere altre notizie più dettagliate su tali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche gl’articoli, pubblicati sempre sul nostro sito, visibili agl'indirizzi:

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/1784-prostatiti-croniche-attuali-considerazioni-diagnostiche-terapeutiche.html

https://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html,

https://www.medicitalia.it/salute/prostata .

Un cordiale saluto
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#2] dopo  
Utente 347XXX

Salve Dott. la ringrazio per la celere risposta.
questa mattina mi sono recato dal mio medico curante per parlarne con lui e farmi indicare un andrologo ma ha esordito dicendomi di aspettare e prendere questo farmaco che potrebbe farmi passare l'infiammazione

Norfloxacina sandoz 400 mg compresse rivestite con film
per 7 gg 1cp la matina e 1 cp la sera

Appena tornato dal medico sono andato in bagno per minzionare e mi sono ritrovato il pene completamente bagnato dal liquido seminale.
E normale con una infiammazione delle vie uro-seminali?
Secondo lei devo aspettare o andare cmq dall'andrologo?

la ringrazio ancora e le auguro una buona giornata

[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

chiedere ad un andrologo se è bene andare dall'andrologo è pericoloso; comunque io personalmente le devo dire che sono restio a dare antibiotici senza prima avere capito quale sia la problematica clinica in corso e soprattutto senza avere prima programmato una mirata valutazione colturale.

Da quello che le ho scritto tragga lei le conclusioni.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#4] dopo  
Utente 347XXX

Dott. Grazie, lunedì ho appuntamento con un l'andrologo.

Volevo farle un'ultima domanda:
eiaculare in questo momento, sia con rapporti che con la masturbazione, fa bene o no alla prostata e alle vie seminali?
Devo eiaculare per svuotare la prostata o e meglio di no?

Grazie ancora, buon pomeriggio

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non vi è alcuna controindicazione ad avere regolari rapporti sessuali.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#6] dopo  
Utente 347XXX

Salve,
ieri sono stato dall'andrologo che mi ha visitato dicendomi che ho una prostata leggermente congestionata e mi detto di fare questi esami tra 1 settimana perchè stavo assumendo il Norfloxacina sandoz 400 mg:

urinocoltura
spermiocoltura
e l'analisi del secreto prostatico post massaggio.

Sucessivamente ho contattato un'altro andrologo per effettuare l'analisi del secreto prostatico post massaggio e la spermiocoltura e mi ha chiesto di portargli la primissima urina del giorno in cui vado a fare questi esami.

Per l'urinocoltura devo buttare o no la prima pipi che esce?
devo fare altri analisi secondo lei o questi sono sufficienti?

Grazie




[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua ora le indicazioni ricevute: non esegua altri esami che potrebbero essere inutili e faccia l'urinocoltura con "la primissima urina del giorno".
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#8] dopo  
Utente 347XXX

Salve dottore,
da giorni ho notato un piccolo rigonfiamento sulla vena dorsale del pene
(FOTO - https://www.dropbox.com/s/1qvjz64kx55gg0b/foto_p.jpg )
e anche tutte le vene sono molto più visibili. Potrebbe trattarsi di una trombosi alla vena dorsale?
Le ricordoo che a fine febbraio mi hanno diagnosticato un embolia polmonare e il cardiologo mi ha deto che al 90% sono geneticamente portato alla trombofilia.

GRAZIE

[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dalla foto difficile diagnosi; è meglio ora risentire in diretta il suo andrologo di riferimento.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#10] dopo  
Utente 347XXX

Buongiorno dottore,
ho ricevuto i risultati degli analisi che mi ha prescritto l'andrologo:

______________________________________________________

ESAME COLTURALE DELLE URINE PRIMO MITTO
(PRIMA DEL MASSAGGIO PROSTATICO )

GERME PATOGENI ISOLATI - NESSUN GERME
RICERCA MICETI - NEGATIVA
RICERCA PROTOZOI - NEGATIVA
______________________________________________________

ESAME COLTURALE DEL TAMPONE LIQUIDO SEMINALE
(DOPO MASSAGGIO PROSTATICO)

GERMI PATOGENI ISOLATI - ENTEROCOCCO Cfu 400.000
KLEBSIELLA Cfu 200.000
RICERCA CLAMYDIA - NEGATIVA
RICERCA MYCOPLASMA - NEGATIVA
RICERCA MICETI - POSITIVA
______________________________________________________

ESAME COLTURALE DEL PRIMO MITTO DELLE URINE
( DOPO MASSAGGIO PROSTATICO )

GERMI PATOGENI ISOLATI - ENTEROCOCCO Cfu 300.000
RICERCA MICETI - POSITIVA
______________________________________________________

ANTIBIOGRAMMA
GERMI PATOGENI ISOLATI: A) ENTEROCOCCO
B) KLEBSIELLA
A B

Eritromicina S R
Fosfomicina R R
Gentamicina R R
Trim/sulfa S I
Cefepime S S
Cefazilina S S
Cefazolina S S
Rifampicina S S
Ofloxacina
Ciprofloxacina S S
Levoxacina S S
Tetraciclina R R
Amox-ac.clavulanico S S
Penicillina S S
______________________________________________________

ANTIBIOGRAMMA PER MYCOPLASMA

Tetraciclina Doxyciclina Joxamicina
Pefloxacina Claritromicina
Ofloxacina Minociclina
Eritromicina Clindamicina
______________________________________________________

Ho il prossimo appuntamento con l'andrologo tra una settimana e vorrei sapere un suo parere su questi analisi.

La ringrazio

[#11] dopo  
Utente 347XXX

Dimenticavo gli analisi del liquido seminale:
______________________________________________________

Aspetto: omogeneo
Colore Giallastro
Viscosità : Aumentata
Ph : 8,0
Quantità 2,5 ml.
Liquefazione : incompleta

Numero nemaspermi per ml. 47 Milioni > a 15 milioni
Numero cellule rotonde RARE
Numero nemaspermi in toto 117,5 Milioni
______________________________________________________

STUDIO DELLA MOTILITA’ SU 100 NEMASPERMI MOBILI

Nemaspermi mobili dopo 15 minuti 65 %
Nemaspermi mobili dopo 90 minuti 65 %
Nemaspermi mobili dopo 120 minuti 45 %
______________________________________________________

TIPO DI MOTILITA' SU 100 MOBILI

Motilità di tipo A ( rettilineo veloce) 15min 30 % 90min 10 % 120min 10 %
Motilità di tipo B ( rettilineo lento) 15min 40 % 90min 50 % 120min 30 %
Motilità di tipo C (non rettilineo) 15min 30 % 90min 40 % 120min 60 %
______________________________________________________

SPERMIOCITOGRAMMA

Nemaspermi normali 15 % Vr > 4%
Nemaspermi immaturi 05 %
Nemaspermi anomali 80 %
______________________________________________________

STUDIO MICROSCOPICO E STRUMENTALE DEL LIQUIDO SEMINALE

Presenza di leucociti Rari
Presenza di aggregati nemaspermici Si
Presenza di cristalli Spermina
Presenza di Muco PRESENTE
______________________________________________________

[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

ora, se il suo andrologo non è presente, con gli esami fatti, bisogna sentire o risentire in diretta il suo medico di famiglia e da lui, in funzione alle colture e dell'antibiogramma avuti, ricevere le indicazioni terapeutiche corrette e mirate.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#13] dopo  
Utente 347XXX

Salve dottore, sono stato dal mio andrologo che mi ha prescritto:

1 cp al giorno di Tavanic 500mg x 20gg
1 cp al giorno di Serrados forte RP x 30gg

ho iniziato la cura da giovedi ma due giorni prima ho avvertito un dolore/bruciore al braccio sinistro e solo lunedi dopo aver notato delle bolle sul braccio, mi sono recato dal medico curante che subito mi ha detto che mi sono beccato il fuoco di sant'antonio e mi ha prescritto:

5 cp al giorno di Esavir 800mg

questo farmaco può compromettere gli altri 2 prescritti dall'andrologo?
Le faccio questa domanda perchè dopo 8 gg di cura(tavanic e serrados) continuo ad avere dolori perineali, inguinali e al testicolo sx.

Grazie

[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

l'antivirale indicato non interferisce in modo negativo con i farmaci indicati dal suo andrologo.

Se poi le terapie andrologiche non funzionano bisogna allora sentire in diretta sempre il suo specialista di riferimento.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#15] dopo  
Utente 347XXX

Buongiorno Dottore,
ho terminato la cura di Tavanic 500mg e Serrados forte RP ma i dolori perineali persistono, ho avuto ancora delle erezioni notturne con forti bruciori alle vie urinarie, occasionalmente bruciori nel minzionare e durante il coito e anche piccole fitte vicino l'ano.
Mi sono recato la settimana scorsa dal mio andrologo/urologo che mi ha prescritto un'altra terapia da iniziare a fine agosto:

PERMIXON 320 1cp al di per 2 mesi
PEANASE 1cp al di per 2 mesi

durante la visita, il dottore, mi ha detto anche che purtroppo la prostatite non passa molto velocemente e può durare anche anni e che devo "convivere" con questi disturbi.

Vorrei chiederle un suo parere sulla "convivenza" che dovrò avere con questi dolori perineali.

La ringrazio e le auguro una buona giornata

[#16] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Segua le indicazioni ricevute, le osservazioni del suo andrologo sono condivisibili.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#17] dopo  
Utente 347XXX

Buongiorno dottore, ho terminato la terapia con Permixon e Peanase ma i dolori persistono.
Volevo chiederle se il massaggio prostatico può essere una soluzione.
Ho letto su vari siti internet che è molto efficace e prima di andare dal mio andrologo/urologo volevo sapere, prima di tutto, se è veramente efficace, ogni quanto tempo va fatto e quanto tempo dura il massaggio.
Mi serve saperlo più che altro per convincermi, durante il massaggio prostatico per l'esame del secreto prostatico, ho sentito un forte fastidio e dolore. La ringrazio e le auguro una buona giornata.

[#18] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo non mi trova tra gli estimatori del massaggio prostatico ad oltranza e generalmente il mio consiglio è quello di usarlo con molta "prudenza".

Senta ora comunque in diretta anche il suo andrologo di riferimento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#19] dopo  
Utente 347XXX

Salve dottore,
oggi pomeriggio sono stato dall'andrologo per ripetere la spermiocultura.
Ho parlato dei dolori al dottore e secondo lui non riguardano più la prostata, in quanto a prima vista il mio sperma risulta perfetto, ma il probabile spostamento della retina di contenimento dell'ernia inguinale che ho ormai da 7 anni.
Mi ha consigliato una visita dal chirurgo che ha eseguito l'operazione e a breve riceverò i risultati della spermiocultura.
Secondo lei è possibile che i dolori siano dovuti alla retina?
I dolori sono sempre gli stessi: dolore al testicolo sinistro, nella zona perineale, all'inguine SX e ho notato ultimamente che se accavallo le cambe per un pò, perdo la sensibilita in tutta la zona inguinale SX.

[#20] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non è una situazione post-chirurgica da escludere.

Segua ora le indicazioni ricevute.

Ancora un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com

[#21] dopo  
Utente 347XXX

Buonasera dottore, ho contattato il chirurgo che mi ha operato e mi ha rassicurato dicendomi che è impossibile che la rete si sia spostata perchè è ancorata.

Secondo lei può essere un'infiammazione del nervo pudendo?

[#22] dopo  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Gentile lettore,

purtroppo, in questi casi, le devo ricordare che, senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare, da questa postazione, una risposta corretta.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://www.andrologiamedica.org
http://www.centrodemetra.com