Utente 422XXX
Salve a tutti, sono un ragazzo di 23 anni e da qualche tempo a questa parte sto prendendo in considerazione l'idea di ricorrere ad una circoncisione. Più precisamente ad una circoncisione parziale con annessa frenulotomia, ma non è questo il punto.
Ho fatto varie ricerche riguardo l'intervento di circoncisione ed i costi di questo quando eseguito a pagamento. Per ora sto mettendo i soldi da parte poichè vorrei pagarmi l'intervento da solo e non pesare sui miei genitori in quanto il problema non è gravissimo e quindi posso attendere per ora; ho il prepuzio esuberante che da noia a livello di pulizia ed un'alta sensibilità forse troppa a livello del frenulo e poco sotto ma nulla di cui disperarsi.
Mi sono messo alla ricerca di vari urologi a Roma che per rapporto "bravura/prezzo" potrebbero soddisfare le mie aspettative nonostante so bene che per quanto riguarda la salute il prezzo viene in secondo piano, ben più importanti sono le qualità del medico. Tra l'altro sono finito su un sito di un urologo di Napoli che è registrato anche su questo sito e che mi ha dato subito una buona impressione ed al quale quando mi deciderò vorrò chiedere maggiori informazioni e pensare seriamente di fare una trasferta fin li per farmi visitare e operare da lui nel caso non trovassi nulla che faccia al caso mio in zona.

Ora arriviamo al nocciolo della questione, apro internet, mi metto alla ricerca e finisco su un sito (non so se posso fare il nome del sito) e vedo i vari urologi disponibili nella mia zona ed i relativi prezzi. Senza fare alcun nome vedo prezzi superiori ai 1000-1500 euro, e prezzi sotto i 600. Leggo opinioni degli utenti sui dottori e anche chi richiede un prezzo minore risulta molto stimato dai suoi pazienti, ed in effetti leggendo i vari curriculum risultano validissimi comunque.

Allora perchè questa differenza di costo ? Alcuni leggo operano in delle cliniche ed altri in studi... è quello forse che fa la differenza del prezzo ? Vi ringrazio anticipatamente per le risposte.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Prima di tutto ci chiediamo perché lei sia così fermamente indirizzato a sottoporsi all'intervento in regime di libera professione se questo le comporta una sforzo economico tale da fare considerazioni su cifre obiettivamente molto basse se riferite ad interventi chirurgici. Vi è un'infinità di strutture pubbliche nelle quali lei può farsi operare praticamente a costo zero - è vero - magari attendendo un po' di tempo, ma non si tratta certo di un problema così urgente. Ripetiamo che lei fa riferimento a prezzi sostanzialmente bassi, che diventano ancora inferiori verosimilmente se lo specialista esegue l'intervento in modo affatto ambulatoriale, magari presso il proprio studio, evitando le spese di sala operatoria che incidono sempre per il 50% del totale, ed anche più. In conclusione, possiamo confermarle che la circoncisione è un intervento davvero molto semplice, che interessa solo strutture molto superficiali ed è alla portata praticamente di tutti gli urologi con un minimo di esperienza, che lo eseguono quasi invariabilemente allo stesso modo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 422XXX

La ringrazio molto dottore per la sua risposta. Sinceramente da ignorante in materia credevo che l'intervento di circoncisione venisse effettuato a costo zero solo in presenza di problemi più gravi quali ad esempio una fimosi.
Il confronto fra i prezzi era una mia curiosità e lei mi ha fatto capire come le spese di sala operatoria incidano molto, spesso su internet leggo di commenti di interventi non riusciti bene e molte problematiche post operatorie. Lei però mi ha rassicurato dicendomi che l'intervento è molto banale.
Tornando ai costi purtroppo se lavorassi non ci farei neanche caso, poiché sono ancora uno studente universitario al mio ultimo anno per ora sono una variabile che devo considerare.
La ringrazio ancora, buona giornata!

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certo, una cosa è la fimosi, un'altra il prepuzio esuberante. Diciamo che sarebbe però abbastanza pignolo definire il limite tra le due situazioni tanto da rifiutare l'intervento. Dioende anche da come ci si pone nei confronti dello specialista. Crediamo che la maggioranza dei nostri Colleghi non sia così rigido le indicazioni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing