Utente 429XXX
Buonasera...Mi sto deprimendo al massimo... Non ho mai avuto malattie, un po' di pressione bassa che mi infastidita e basta... Ma da settembre vivo un incubo, non riesco a liberarmi dalla klebsiella pneumoniae nelle urine... Pensando il mio medico fosse incapace (mi diceva sempre di non preoccuparmi, che mi faccio paranoie) , l'ho cambiato stamattina e mi sono subito diretta dal nuovo medico. Mi sono ritrovata la sostituta, una ragazza molto giovane, le ho raccontato la mia esperienza per farmi prescrivere una visita... Appena sentito il mio racconto, mi ha spaventata a morte dicendomi che ci dovrò convivere a vita con questa brutta bestia non essendoci cure e che rischio una grave polmonite... Il medico precedente mi aveva assicurato che non ci fosse modo che passasse dalle vie urinarie ai polmoni... Adesso mi è stata prescritta una visita dal infettivologo, ma fino ad allora ho veramente di che preoccuparmi? Mi sono pure presa un brutto raffreddore ed ho la tosse e la sostituta mi ha detto che potrebbe già essere l'inizio di una polmonite, mentre io sono certa sia solo raffreddore... Per favore aiutatemi, sto entrando in crisi

[#1] dopo  
Dr. Mario De Siati

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
8% attualità
16% socialità
TARANTO (TA)
ALTAMURA (BA)
BRINDISI (BR)
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2000
Nel suo caso possiamo parlare di batteiuria asintomatica , la presenza della klebsiella nelle sue urine quindi non provoca nessun sintomo. Se le terapie antibiotiche che ha già eseguto non sono riuscite ad eradicare il germe non c'è alcuna necessità di accanirsi , il risultato sarebbe solo quello di selezionare altri batteri multi resistenti agli antibiotici. Le possibilità che lei possa contrarre una polmonite da klebsiella sono assai remote . Le consiglio un trattamento con probiotici e prebiotici per modificare la flora intestinale e contrastare in maniera competitiva i batteri patogeni. Faccia in ogni modo una visita urologica per escludere eventuali cause predisponenti alla presenza di questi batteri nelle urine . Cordiali saluti.
Dott. Mario De Siati Urologo-Andrologo esercita a Foggia,Taranto,Altamura (Bari),Brindisi

[#2] dopo  
Utente 429XXX

Grazie di cuore per la sua gentile risposta!