Utente 462XXX
buongiorno ,desidero delle delucidazioni ,nei limiti di un consulto online. Ieri ho fatto una visita urologica perché da sempre presento una certa sensibilità al glande,nel senso che anche solo tocccandolo mi da fastidio ,e poi perché noto che in erezione lo scorrimento del prepuzio sul glande non è agevole, ma questo non mi impedisce comunque di scoprirlo. il medico mi Consiglia la circonsione che dovrò fare giorno 21. Il medico mi informa che i primi giorni ovviamente avrò un certo fastidio perché il glande sara a contatto con le mutande ,ed io gia di mio presento questa sensibilità .Io le ho chiesto se la circoncisione possa risolvere anche la sensibilità e lui mi ha riferito che col tempo questa sensibilità può dimunuire come conseguenza del continuo sfregamento e con l'esposizione all"aria. la mia paura è che questa sensibilità continui e che questo non mi permetta nemmeno di indossare le mutande. in questi casi cosa si dovrebbe fare ? da ieri lascio il glande scoperto sulle mutande, e devo dire che non è poi così fastidioso. questo è positivo ?cioe significa che a glande perennemente scoperto non sarà poi così male ?inoltre le ho chiesto al medico come effettuare la masturbazione e mi ha detto che ci sarà un Po di prepuzio residuale, ma come ,visto che teoricamente è una circoncisione totale ? (che è totale l'ho dedotto dal fatto che il glande sara sempre scoperto) scusate ma sono parecchio in ansia. CAri saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Lei è registrato a questo sito come femina di 27 anni. Esegua una nuova registrazione inserendo i dati corretti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 462XXX

dottore non me ne ero accorto, ho modificato i dati

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La perdita della sensibilità del glande, relativa all'ispessimento della pelle che lo ricopre, è graduale e si completa nell'arco di qualche mese. Le variazioni più consistenti si manifestano comunque già entro le prime settimane. La circoncisione tipica non è completa e lascia in genere da metà a 2/3 di glande scoperto, ovviamente garantendo uno slittamento completo ed agevole.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 462XXX

dottore la ringrazio molto la sua esauriente risposta. C'è un piccolo particolare che però mi preoccupa: come le ho detto prima, da ieri lascio il glande scoperto ,e noto che quando faccio la pipi col glande scoperto, il getto è diverso...è come se la pipi uscisse da due buchi e sporco tutto quello che ho attorno, non so come spiegarlo bene,e come se uscisse pipi dall'uretra e poi da sotto il frenulo..a pene coperto invece urino in maniera normale.. cosa potrebbe essere? ho letto di un anomalia congenita ,ma l'urologo non se ne sarebbe accorto ?e poi presumo che se si trattasse di questo ,questa anomalia dovrebbe anche manifestarsi anche a glande coperto, giusto ?

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ovviamente a glande scoperto il flusso dell'urina non è più raccolto dal prepuzio, può essere disordinato e va quindi in quanche modo "indirizzato" manualmente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 462XXX

grazie dottore ,buona domenica. mi rifarò sentire ad operazione fatta.

[#7] dopo  
Utente 462XXX

Dottore se non la disturbo ho un altra domanda. Come le dicevo io non ho problemi a scoprire il glande ,ma bensì noto che lo scorrimento del prepuzio sul glande non è agevole, a volte notavo anche il prepuzio che si attaccava al glande. Da sempre ho notato che dopo pochi minuti di aver scoperto il glande, notavo una secchezza del glande e anche ruvido, ed ora che lascio il glande scoperto la cosa è piu evidente, specialmente col pene in erezione. Secondo lei cosa potrebbe essere?

[#8] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La pelle che ricopre il glande è sottilissima ed aumenterà di spessore solo gradualmente dopo la circoncisione. Quindi ora è normale che si comporti come ci riferisce.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
Utente 462XXX

Grazie Dottore. Le confesso Che sono un po preoccupato per l'intervento. Io all'urólogo non sono riuscito a spiegare bene le difficolta Che ho col pene in erezione, ma il medico comunque all'esame obiettivo mi pare Che abbia detto che il prepuzio é un po stretto. La mia paura é Di non essere stato preciso nel descrivere la problemática e che la circoncisione non venga fatta bene. Lei cosa ne pensa?

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A distanza, nell'impossibilità di una valutaziione diretta, non siamo in grado di esprimere un giudizio circostanziato.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 462XXX

salve dottore ,le volevo far sapere che ieri mi hanno fatto la circoncisione...non mi fa particolarmente male ,pero noto un notevole gondfiore e dei lividi neri specialmente vicino al frenulo (credo che sia intervenuto sul frenulo). io sono poco informato sul post operatorio ,per cui le chiedo ,e normale questo notevole gonfiore e questi lividi ?

[#12] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Normale, è quanto andiamo ripetendo in migliaia di consulti riguardanti lo stesso argomento.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#13] dopo  
Utente 462XXX

Dottore domani saranno gia trascorsi una settimana dall'intervento ,lunedi ho fatto la visita di controllo e alla terapia di lenidase e gentalyn ,mi è stato aggiunto il reparil. Questo gonfiore o edema è presente in tutta l'area vicino al frenulo ,e poi un'altro sotto il glande,quest'ultimo è coperto dalla pelle,infatti per vedere i punti devo distendere la pelle,una volta lasciato il dito la pelle torna a coprire la corona e i rispettivi punti. Secondo lei tra qualche settimana dovrebbe migliorare ?sono terrorizzato dall'idea di dover tornare in sala operatoria.

[#14] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Migliorerà sicuramente. La pazienza è la cura migliore.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#15] dopo  
Utente 462XXX

Dottore sono appena tornato a casa. Ho provato un dolore tremendo perché il medico schiacciava l'edema ed è uscito abbastanza sangue,lo ha fatto per vedere se c'era attività. Ma è normale che facciano questo?mi ha detto di tornare sabato e di continuare con la terapia.

[#16] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Normale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#17] dopo  
Utente 462XXX

Quindi questo drenaggio potrebbe essere ripetuto al prossimo appuntamento? Io soffro d'ansia dottore ed ho paura che qualcosa sia andato storto

[#18] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ma stia tranquillo, perbacco!
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
Utente 462XXX

Si dottore ,ha ragione..solo che pensavo che le cose andassero diversamente..l'intervento non è stato doloroso perché prima della locale sono stato sedato e ho dormito, però ieri il dottore quando ha premuto l edema con le dita ho sentito un dolore tremendo. Oggi sono trascorsi 8 giorni e l'edema è li,diminuito di pochissimo. Nel caso di edema persistenti cosa si fa?

[#20] dopo  
Utente 462XXX

Dottore sono stato operato il 21 e l'edema si sta sgonfianfo molto lentamente (non le sembra lenta la guarigione? )alcuni punti stanno cadendo e oggi nel tentativo di procurarmi una erezione indotta ho notato un Po di dolore quando il pene raggiunge la massima erezione ,cosa che si verifica anche durante l'atto eiaculatorio. È normale?forse avrei dovuto aspettare di più ma avevo una forte astinenza.

[#21] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La stabilizzazione dei tessuti dopo la circoncisone non è mai troppo breve e si completa definitivamente dopo 40-60 giorni. Per le prime settimane si consigli di astenersi dall'attività sessuale, ma alla ripresa è normale che si percepisca qualche fastidio in più.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#22] dopo  
Utente 462XXX

Grazie Dottore. Ma nel mio caso il dolores é dovuto al Gonfiore?

[#23] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Anche, ma non solo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#24] dopo  
Utente 462XXX

Dottore voglio ringraziarla per la pazienza e per la disponibilià che ha avuto nei miei riguardi. Devo solo avere un po piu di pazienza,le confesso che forse mi ha suggestionato il fatto che il mio amico che è stato operato lo stesso giorno ,è gia guarito (ci siamo conosciuti li ). L'edema si dice che è normale anche a distanza di 20 gg..pero per esempio questi doloretti

[#25] dopo  
Utente 462XXX

Dottore non sa quanto mi dispiace tornare a disturbarla ,pero sono spaventato dal fatto che ad oggi questo gonfior sia ancora li..quando lei dice che la stabilizzazione dei tessuti è lenta si riferisce anche a questo ?secondo la sua esperienza ,un edema è normale anche a quasi un mese dall operazione ?

[#26] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Tra un mese non ci sarà più.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#27] dopo  
Utente 462XXX

Dottore ieri sono stato dal chirurgo che ha collaborato con il medico che mi ha operato. Mi ha detto che si sgonfierà molto lentamente e mi ha consigliato di ricoprirlo con il prepuzio rimasto. Secondo lei questo aiuta a sgonfiarsi ?in effetti noto che dopo molte ore ,non appena abbasso il prepuzio ,l'edema sembra piu piatto..ovviamente perche il prepuzio lo schiaccia

[#28] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ci pare di averle dato da tempo gli stessi consigli.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#29] dopo  
Utente 462XXX

Dottore dopo quanto tempo il gonfiore non é Píu ritenuto normale, e che Quindí bisogna rioperarsi?

[#30] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Molti mesi, comunquie la necessità di dover rimettere mano chirurgica ad una circoncisione è molto rara.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#31] dopo  
Utente 462XXX

Gentile dottore,il gonfiore ci sono momenti in cui sembra sgonfiare di poco ,per poi tornare ad essere come prima,comunque alla fine penso solo che ci vuole pazienza ed aspettare la guarigione. Volevo chiederle un 'altra cosa. Oggi mi è stata fatta una eco addome completa perché quando sono stato operato di circoncisione il medico mi ha riferito di avere le transaminasi alte,apparte apparire la steatosi moderata, l'ecografista scrive: prostata di dimensioni regolari (dap 26 mm, dt 34 mm,dl 30 mm circa)ad ecostruttura disomogenea con millimetriche calcificazioni nel contesto. Residuo post minzionale di 35 cc circa (quando sono andato al bagno per urinare ad un certo punto mi sono bloccato perché hanno insistentemente bussato alla porta ed io da quando sono circonciso non riesco più ad urinare all'iall'impiedi perché il getto è disordinato) volevo chiederle un parere in merito a Questo esame e se è compatibile con alcuni problemi:eiaculazione senza schizzo, e ridotto volume dello sperma. Grazie

[#32] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
No.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#33] dopo  
Utente 462XXX

Capisco Dottore. Se lei si ricorda, prima dell'intervento le díssi che volevo abituarmi a stare col grande scoperto e ad urinare col prepuzio retratto, specificandole Che il getto era molto disordinato. Adesso pero dopo l'intervento di circoncisione (presumo parziale perche a riposo posso ricoprirlo)il getto dell'urina é storto, bifido, sfarfallato..insomma non posso urinare all'inpiedi anche perche sporco tutto ed é impossibile indirizzarlo manualmente. Le confesso che a casa non è un problema sedermi, ma ci sono posti in cui le condizioni igieniche non me lo permettono..secondo lei rimarrà così? Potrebbe essere un danno causato al meato uretrale come conseguenza della circoncisione e frenulotomia?

[#34] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certamente non si tratta di un danno. Il meato può essere troppo largo o di geometria irregolare. Con il tempo imparerà come manipolarlo per ottenere un flusso più "ordinato".
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#35] dopo  
Utente 462XXX

Grazie ,lei è davvero gentilissimo. Al controllo dovrò andare a gennaio ,mi chiedevo se esistesse qualche rimedio per potere accelerare la guarigione? Oggi sono 41 giorni ed ancora non è del tutto sgonfio è possibile che già i tessusti si siano stabilizzati e che quindi possa rimanere così? O ancora sono in fase di guarigione?

[#36] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non vi sono scorciatoie, la pazienza è la cura migliore.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#37] dopo  
Utente 462XXX

Dottore praticamente il gonfiore è localizzato piu o meno sotto dove prima vi era il frenulo, inoltre noto delle asimettrie di colore e di pelle, cioe quando scopro il glande dal prepuzio residuo, a destra ho piu pelle che a sinistra..non riesco a spiegarlo meglio. La cosa che mi sorprende è che il gonfiore ci sono giorni in cui tende a sembrare meno evidente. Ho letto alcuni suoi consulti dove dice che per queste cose ci vogliono parecchi mesi. Io mi sono operato il 21 settembre. Ho ancora ampie possibilità di miglioramento?

[#38] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certamente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#39] dopo  
Utente 462XXX

Capisco Dottor Piana, pero visto Che giorno 21 saranno trascorsi due mesi, quanto tempo piu o meno mi rimane a disposizione per poter notare ulteriori miglioramenti ?ho letto in alcuni suoi consulti Che questo processo avviene in 40-60 giorni..ma io i 60 li ho quasi raggiunti

[#40] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Contare i giorni in medicina è assolutamente inutile, le cose debbono fare il loro decorso, e se questo non avviene nel modo che ci si attende, la situazione va rivalutata direttamente. A distanza non si può purtroppo dire molto di più.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#41] dopo  
Utente 462XXX

Dottore io giorni fa ci sono andato dall'urólogo e mi ha detto che é tutti apposto e Che col mio membro posso farci tutto quello Che voglio ,ma temo che non abbia tenuto conto della parte estetica :colorazioni non uniforme, una parte Di prepuzio Píu gonfia e una Píu sgonfia, lieve asimmetria Di pelle, e segni dove c'erano i punti.

[#42] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
-- CONSULTO CHIUSO --
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing