Utente 463XXX
Salve a tutti, chiedo un nuovo consulto perchè mi trovo in una situazione di ''incertezza'' dopo aver subito una circoncisione 10 giorni fa, e dopo aver effettuato la visita di controllo oggi.

Ho fatto l'operazione con il medico della mutua, oggi al controllo ci ha messo 120 secondi d'orologio a visitarmi e liquidarmi, lasciandomi con molti dubbi. L'operazione è andata bene, la circoncisione è stata parziale con rimozione del frenulo e almeno questo mi tranquillizza.

Innanzitutto: mi ha detto di continuare con la terapia che seguo ora per altri 20 giorni: garze, betadine, cicatridina e ''ledema'' per il gonfiore (che sta diminuendo). Questo pur non essendo riuscito ancora a scoprire il glande del tutto, e quindi non potendo nemmeno verificare se e quando cadono i punti.

Volevo quindi chiedere, alla luce di ciò che ho letto un po', se era necessario continuare su questa strada per ancora 20 giorni, che sommati ai 10 precedenti fanno 1 mese esatto, continuando a fasciare il pene (lasciandoci poca aria), non avendo indicazioni su come scoprirlo, continuando con una crema che a quanto ho capito dovrebbe essere inutile fra una 10ina di giorni perchè i punti avranno già svolto il loro dovere?

E' possibile un decorso più ''da prassi''? Non so, io pensavo di iniziare a levare a breve le garze, o quantomeno tenerlo all'aria per qualche oretta ogni giorno...

Per la crema invece dovrei riuscire a scoprire il glande per vedere la situazione dei punti... ma anche qui, non avendo ricevuto indicazioni... quando posso iniziare a ''forzare'' un po' lo scorrimento del prepuzio per vedere del tutto il glande?

Per la questione sportiva e sessuale: possibile che debba aspettare un mese in totale per tornare a fare sport e per masturbarmi, almeno?

Insomma, spero che qualche medico qui abbia un po' più di paziena nello spiegarmi come devo comportarmi... il medico della mutua, non venendo pagato direttamente, ha deciso un po' di snobbarmi, mi sa...

[#1]  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Caro utente,
solitamente la ripresa sessuale si ha dopo 30 giorni.
Lo sport, dipende dallo sport, ma anche prima.
Come per tutte le cose in medicina e, in particolare, in chirurgia, non esiste una regola.
Il consiglio di continuare a medicare ci può stare.
Torni a controllo al termine del periodo indicato dallo specialista di riferimento.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
Utente 463XXX

Grazie per la rapida risposta Dottore.

Purtroppo il Medico non ha previsto altre visite, potrò chiamarlo solo in caso di complicazioni.

Volevo chiedere, a questo punto: come devo comportarmi con lo scappellamento? Quando posso iniziare a provare a scoprirlo ''senza rischi''?

Quando tiro la pelle non avverto dolore, ma sento un leggerissimo fastidio e una sensazione di ''fine corsa'' quando sono prossimo a scoprire del tutto la corona.

La ringrazio in anticipo.

[#3] dopo  
Utente 463XXX

A dire il vero, quello che mi preoccupa di più è il non essere ancora riuscito a scopire del tutto il glande.

So che la circoncisione a questo mira, e anche se il gonfiore va riducendosi, mi sembra strano che ancora abbia difficoltà a vedere quantomeno la corona...

[#4]  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Direi che puo provare anche dai prossimi giorni
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#5] dopo  
Utente 463XXX

Grazie dottore.

Quindi ho via libera a "forzare" un pochino?

Ho una leggera paura che il pene possa "strozzarsi" e la pelle non risalire più, o che possa causare altri danni di sorta... non so.

Grazie in anticipo e buona serata.