Utente cancellato
Buonasera,

Esattamente 24 giorni fa sono stato operato per circoncisione e varicocele.
Ho già fatto vari controlli e mi hanno sempre detto che andava tutto bene. Ma ieri mattina mi sono svegliato con il glande tutto scoperto, il che dovrebbe essere normale e dovrebbe significare che la guarigione è ormai finita.

Mi sorge solo un dubbio, intorno al glande e soprattutto sul lato destro, sotto il glande ho uno strato di pelle gonfio e di colore roseo dove vedo attaccati ancora gli ultimi punti che devono cadere. Cosa devo pensare? Che si tratti di una parafimosi o che semplicemente è la pelle che andrà poi sotto una volta che il pene è in erezione? Un mio caro amico che è stato circonciso ha detto di aver avuto la stessa cosa e che è tutto quanto normale.. non so però cosa pensare. Non vorrei si trattasse di una complicazione..

Grazie in anticipo,
Buona serata.

[#1]  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
Caro utente,
nei prossimi giorni cadranno i restanti punti e l'edema tenderà a riassorbirsi.
Stia tranquillo e tra un paio di settimane aggiorni il suo chirurgo operatore.
Cordialità
Dr. Alessandro Izzo
www.studiomedicoizzo.it
dott.alessandro.izzo@gmail.com

[#2] dopo  
463199

dal 2018
Grazie mille per la risposta!
La pelle al di sotto della gonfiatura è tutta un po' accumulata e crea come delle piccole pieghe, è normale anche questo?

Grazie mille davvero, sono l'ansia fatta a persona io eheh

[#3]  
Dr. Alessandro Izzo

28% attività
16% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
CASERTA (CE)
MASSA LUBRENSE (NA)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2016
[#4]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Le raccomandiamo di non riaprire sempre un nuovo consuulto per una stessa situazione già trattata da pochissimi giorni, ma proseguire sempre lungo lo stesso flusso di domande e risposte.

L'evoluzione pare favorevole e molto probabilmente porterà ad una stabilizzazione definitiva entro un paio di settimane, il che rientra pienamente nei tempi medi di guarigione dopo questo intervento. Lasci pure il glande coperto, retraendolo per la pulizia, quando i tessuti avranno ripreso la loro elasticità questo avverrà in modo semplice e naturale.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#5] dopo  
463199

dal 2018
Va bene grazie.
Nel caso il gonfiore tornasse è il caso di lasciarlo sgonfiare naturalmente, giusto?

[#6]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Non tornerà.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#7] dopo  
463199

dal 2018
Per praticare autoerotismo mi consiglia comunque di aspettare 15/20 giorni? Non sto morendo ma è già un mese che non faccio nulla. Però se mi conviene aspettare ancora, aspetterò!

[#8]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Aspetti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#9] dopo  
463199

dal 2018
Ho solo un’altra domanda, quando dopo la notte mi sono svegliato (questa mattina) si era scoperto. Poi dopo averlo lavato si è coperto. Una parte poi del glande più tardi si è scoperta e una invece era ancora coperta. Significa che si deve riassestare per bene? Non vorrei che si trattasse di rifare l’operazione

[#10]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Stia sereno, non vi sarà nulla da rifare.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
463199

dal 2018
Nel caso volessi dormire senza mutande va bene lo stesso? Anche per il varicocele intendo. Ogni notte mi sveglio per il contatto del glande con le mutande.

[#12] dopo  
463199

dal 2018
Un’ultima domanda:

Quando non è in erezione il mio glande è ancora un po’ coperto (non tutto ovviamente) invece la notte quando mi sveglio che è in erezione è scoperto (come dovrebbe essere). Mi tira ancora un po’ la pelle (in erezione) ma come avete detto è perché deve prendere la sua elasticità, giusto?
La mattina quando mi sveglio è scoperto e fa delle piccole pieghette intorno e credo sia per via dei punti, poi è come se si coprisse naturalmente. Quando mi pulisco e scopro tutto il glande queste pieghette non si vedono e la pelle intorno sotto il glande è leggermente più chiara.

Ora quello che voglio sapere è: è possibile che anche quando guarito la pelle copra comunque un poco il glande? Ripeto, in erezione è comunque scoperto. Spero che la guarigione stia andando bene.. è che questa situazione non sia una cosa negativa.
Grazie e buona serata a tutti! Aspetto vostre risposte.

[#13]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
La circoncisoe classica non è completa e prevede che, una volta ristabilita la normale elasticità dei tessuti (anche un paio di mesi)il glande a riposo resti copeto da un terzo a metà circa.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#14] dopo  
463199

dal 2018
Grazie mille per la risposta.

1)È quindi normale che lo strato di pelle tagliato (dove c’erano i punti e quindi quella parte che dicevo un pochino più chiara) si trovi all’interno, quindi non visibile, quando è a riposo? È che invece una volta in erezione esca fuori? Mi conferma quindi che questo non compromette l’adeguato completamento della guarigione?

2) Mi consiglia quindi di non forzare la fuoriuscita e quindi avere il glande completamente scoperto anche quando è a riposo?

3)Per quanto riguarda la vita sessuale riuscirò ancora a sentire piacere? Sono spaventato e ho paura di non sentirne più.

4)Una volta ripresa l’elasticità dei tessuti non avrò più dolori durante le erezioni vero?

Grazie ancora, spero che tutto questo processo di guarigione finisca presto!

[#15] dopo  
463199

dal 2018
Ho anche un altro dubbio in verità:

La parte in basso a sinistra del mio glande è leggermente bianca, devo preoccuparmi? Si tratta di infezione? Perché anche il buco da cui esce la pipì e lo sperma (scusate l’ignoranza non so il nome) è un po’ rossino.

[#16]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Lei sta concentrando troppo le sue attenzioni sull'area genitale, se vuole guarire più in fretta è meglio che si distragga un po'.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#17] dopo  
463199

dal 2018
Capisco.
In questi giorni ho cercato di porre meno attenzione all’aspetto, ho solo un dubbio. Quando la notte mi sveglio per le erezioni, la pelle intorno dove c’erano i punti ancora non scende del tutto.. oggi è un mese e 11 giorni dall’operazione. Mi chiedo quanto ci voglia esattamente a guarire. Esattamente 11 giorni fa quando ho ricevuto la manovra per sgonfiare l’edema, l’urologo mi ha detto di aspettare 20 giorni (in teoria quindi ne mancano 9 per poter riprendere).

Tutti i punti ormai sono caduti tranne ancora un pezzettino attaccato ma che sicuramente se ne andrà a breve.
Mi lavo tutte le mattine e tutte le sere con del sapone neutro e cerco di asciugarlo per bene e non mi sono ancora masturbato.
Ho ancora qualche piccolo fastidio e spero se ne vada via al più presto perché non ne posso più di svegliarmi tutte le notti per le erezioni ecc. mi accorgo anche che nelle erezioni notturne sul glande nella parte davanti ho come due lividi..
Quasi collegato all’uretra (se non mi sbaglio, cioè da dove esce pipì e sperma) c’è come un filetto in rilievo che finisce con una specie di pallina piccolina, le persone che io conosco che hanno fatto questa operazione non c’è l’hanno.. se non è una cosa che porterà a problemi non mi preoccuperò più di tanto.
intorno al glande dove c’è la pelle che dovrebbe scendere, in erezione (davanti) è di colore rosso, non dovrebbe diventare di colore più chiaro o almeno del colore della pelle “esterna”?

Secondo voi la pelle che ancora non scende bene, scenderà a breve? So che è diverso per ogni paziente il tempo da aspettare.. ma ho anche crisi di pianto perché voglio semplicemente tornare alla mia vita sessuale normale e provare piacere, non dover ogni volta stare attento a non toccarlo troppo forte ecc. ho paura che niente andrà meglio.. anche se tutti i miei amici che hanno effettuato questa operazione dicono che poi sarà tutto più bello. Ho letto di persone che riscontrano problemi durante i rapporti e non voglio essere una di quelle, ho fatto questa operazione per migliorare le cose data la mia precedente fimosi. Voglio che tutto finisca.. sono stanco e stressato.

Grazie per la vostra attenzione.

[#18]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Risparmi stanchezza e stress per occasioni più serie. La medicina non è una scienza esatta, non è mai opportuno contare i giorni, i centimetri e quant'altro. Siamo convinti che le basti solo ancora un po' di pazienza in più, felicitandosi del fatto che dal punto di vista sanitario possono accadere cose perlopiù solo peggiori della circoncisione.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#19] dopo  
463199

dal 2018
Grazie mille, cercherò di essere più sicuro di me stesso in generale.

Ma quello che non capisco è se è stata effettuata una circoncisione parziale a mia insaputa o totale! Perché a riposo appunto il glande è ancora un po’ coperto!
Non avevo una fimosi serrata perché comunque prima dell’operazione il glande un po’ si scopriva in erezione però facevo fatica a tirarlo fuori tutto provando dolore.

Se potete aiutarmi grazie, altrimenti chiederò all’urologo non appena lo vedrò o al medico di base.

Grazie ancora davvero per la vostra disponibilità e pazienza.

[#20]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ovviamente per giudicare è indispensabile la valutazione diretta. Tenga comunque conto che la circoncisione classica non è totale, ma lascia circa un terzo di glande coperto a riposo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing