Utente 410XXX
Salve dottore a gennaio 2018 da un esame urodinamico mi è stato riscontrato una vescica superiore nei limiti della norma 600cc con flusso urinario di 100cc. Pressione vescicale quasi azzerata come da vescica ipotonica. Detrusore in fase iniziale di scompenso in vescica ipo/atonica.e minzione a tappe e no continue..

3 giorni fa in seguito a problemi e eseguendo una uroflussometria si riscontra..
Flusso max 6.7ml/s
Volume espulso 125ml
Tempo ritardo n.a s
Tempo svuotamento 39s
Tempo flusso 32s
Flusso medio 3.9ml/s
Tempo di raggiungimento del flusso max 24 s
Urina residua n.a. Ml
Indici flussometria ridotti morfologia del tracciato irregolari rpm aumentato ecograficamente presente e patologico. Si consigliano 2 3 autocateterismo al giorno.
Ieri esitazione a urinare con dolori e spasmi del addome costipazione vado in pronto soccorso mi inseriscono un catetere ma senza nessuna ostruzione al esito del inserimento esami del sangue nella norma tranne calcemia 8.4 e cpk 381
Terapia con spasmex 2fL e ranidil 1 fL + fisiologica 100cc mi dimettono con visita specialistica urologica di controllo. Senza antibiotico e nulla stamattina si presentano contrazioni e spasmi e sangue nelle urine la visita e prevista per domani rischio qualcosa grazie.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Le indicazioni all'autocateterismo paiono ovvie ed ampiamente condivisibile, quantomeno in attesa di un ulteriore inquadramento diagnostico. I disturbi attuali potrebbero avere un significato meramente irritativo, sovrapposti al noto disturbo funzionale. La situazione merita comunque una sollecita valutazione specialsitica urologica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 410XXX

Buonasera dott. Piana nel ringraziarla per la sua attenzione Domani mi sottoporlo a un controllo urologico, e porterò in vista delle esami di urine urinoculture e spermiocultura pronte domani vorrei chiederle in seguito a catetere la presenza di espulsione di piccole quantità di feci commiste a urine con odore sgradevolissimo di marcio, tensione anale di stimolo di defecazione difficoltà a emettere aria e indolenziamento dietro il fianco sx centrale soprattutto se bevo acqua o mi sposto può essere causa di infezione o problema ai reni? Perché al momento tachipirina per dolore e spasmex e Levofloxacina 500

[#3] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Quanto ci riferisce è difficilemente interpretabile a distanza, ne parli direttamente con il nostro Collega.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#4] dopo  
Utente 410XXX

Bene dott. Piana oggi sentendomi con l'infermiere del collega urologo mi riferisce che eseguiro una uretrocistoscopia giorno 9 eliminandomi il catetere per poi rivalutare se rinserirlo oppure no e condivisibile tale procedimento grazie.

[#5] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Certamente condivisibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#6] dopo  
Utente 410XXX

La ringrazio dott. Piana chiedo scusa mi sono sbagliato volevo riferire l'infermiera mi consiglia eliminare il catetere aspettare due ore per verificare se urino e procedere a autocateterismo in attesa di uretrocistoscopia prestito tra una settimana e condivisibile tale soluzione.

[#7] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Giusto così.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#8] dopo  
Utente 410XXX

Carissimo dottore Piana vorrei chiederle un suo parere che differenza c'è tra ostruzione Cervico uretrale, e detrusore in fase iniziale di scompenso in vescica ipo/atonica..inoltre se si eseguire e un ulteriore tulip turp olmio si rischierebbe l'impossibilità di non urinare o rovinare la Prostata?Spero potrei avere da lei ulteriori informazione in quando il collega urologo riferisce autocateterismo a vita per sempre grazie.

[#9] dopo  
Utente 410XXX

Ecco l'esito del uretrocistoscopia
Esame eseguito con cistoscopio Wolf flessibile 16ch, anestesia locale con gel di lidocaina. Introduzione agevole dello strumento.uretra pervia nel tratto anteriore bulgare veru in sede. Loggia prostatica con lobi laterali ipertrofici ed ostruenti insieme a ispessimento del labbro posteriore. Collo vescicale pervio con esiti di incisione laser limitata al tratto superficiale capacità vescicale ridotta.mucosa rosea e diffusamente trabecolata.

[#10] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Pensiamo che a quasto punto dovrebbero essere presi provvedimenti per una disostruzione ben più genereoso della semplice incisione superficiale del collo vescicale. In caso contrario, la sua vesciaca potrebbe essere a repentaglio di una atonìa irreversibile.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#11] dopo  
Utente 410XXX

EGRG. dott. Piana nel ringraziarla per la sua cordialità e la sua ottima preparazione nel campo mi indicano cosa si intende per atonia irreversibile della vescica, inoltre il collega urologo che mi segue consiglia xatral e flusso ogni due mesi e autocateterismo al bisogno. Più esami
1 RMN ENCEFALO E
MIDOLLO 2 PES SOMATOSENSORIALI N. PUDENTO prima di procedere a ulteriore intervento non capisco il perché di questi esami grazie.

[#12] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Il dubbio legittimo è che si possa trattare di un problema neurologico a monte della vescica e che quindi l'atonia sia solo una manifestazione secondaria.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#13] dopo  
Utente 410XXX

Salve dr. Piana al momento mi consigliano di assumere Ubretid 5 mg 1 Cp la mattina Ciproxin 500 1 Cp ad di x 6 gg dicloreum 150mg x i dolori alla schiena e fianchi e seguito di positività di escherichia coli alla spermiocultura xatral 10mg 1 Cp la sera e autocateterismo in caso di ostruzione e impossibilità di urinare in attesa delle risonanze magnetiche descritte.. Se si dovrebbe confermare un problema neurologico e curabile? La ringrazio molto per la sua attenzione.

[#14] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Attendiamo i risultati per giudicare. La causa neurologica pre-vescicale è comunque molto rara.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#15] dopo  
Utente 410XXX

EGR. Dottore Piana in attesa di visita specialistica neurologica lo specialista Collega urologo che mi segue mi consiglia di assumere 1Cp di xatral 10 mg la sera dopo cena e Ubretid 5mg 1 Cp la mattina prima di colazione ora seguendo la terapia si vedono discreti miglioramenti ma sto riscontrando reflussi gorgodismi nausea problemi digestivi e intestinali poiché soffro di gastrite antrale esofagite erosiva e ernia iatale da scivolamento consigli grazie.

[#16] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Ci pare che si possa trattare degli effetti collaterali del secondo farmaco di cui ci riferisce. Provi a sospendere per alcuni giorni.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing