Utente 505XXX
Salve,
ho 21 anni e mi sono sottoposto a intervento di circoncisione per fimosi serrata l'8 maggio.
Post intervento mi è stato detto di trattare l'area dell'intervento con la Gentamicina, di tenere il pene risolto verso l'alto e mi fu detto che nel giro di 1 mese o poco più sarebbe tutto tornato alla normalità.

Dopo 3 settimane dall'intervento ho effettuato la visita di controllo, e la dottoressa che ha effettuato la visita mi informa che l'edema circonferenziale attorno al glande era ancora abbastanza gonfio, quindi mi ha consigliato di continuare a tenerlo rivolto verso l'alto e mi ha prescritto di prendere una bustina di Topven al giorno per 20 giorni (un integratore alimentare).
Dopo 20 giorni la situazione è pressoché identica e l'edema non si è per nulla sgonfiato.

Prenoto quindi un'ulteriore visita (questa volta con il chirurgo che mi ha operato) che mi viene fissata per il 19 luglio. Qui il chirurgo mi dice che avrei dovuto tenere il prepuzio coperto (cosa che non mi avevano detto durante la visita di controllo) e che non era più necessario tenerlo rivolto verso l'alto. Mi ha detto poi di ripassare da lui dopo 2-3 settimane per controllare la situazione.

Questo venerdì (10 agosto) sono andato quindi ad effettuare la visita di controllo richiesta dal chirurgo che mi ha operato.
Gli ho comunicato subito che nonostante abbia tenuto il prepuzio coperto come mi ha mostrato lui, l'edema circonferenziale ancora una volta non si è ridotto per nulla. Lui invece affermava che si sia ridotto dall'ultima volta, ma io vi posso assicurare che avendolo lavato e visto ogni giorno non è cambiato pressoché nulla in queste 3 settimane.
Mi consiglia quindi di tenerlo ancora coperto e mi ha prescritto di applicare sull'edema una crema chiamata Peonil (2 volte al giorno per 10 giorni) e poi in caso di tornare a settembre per un'altra visita.

Ora io mi sto dando la crema in questione, ma sulla scatola del medicinale leggo che è usato per la riparazione naturale delle lesioni post-operatorie, ma sull'edema non vi è più alcuna lesione, i punti sono tutti caduti e non vi sono croste ne tagli.

Ora le mie domande sono: è utile a qualcosa questa crema? Oltre a tenere il prepuzio coperto devo fare altro? E' possibile che in futuro io debba fare un ulteriore intervento per rimuovere l'edema?
Chiedo queste cose perché dopo ormai 3 mesi dall'intervento il volume l'edema è rimasto uguale a come era dopo l'intervento. nulla di ciò che mi hanno detto i dottori sembra aver fatto effetto e la situazione sta diventando abbastanza demoralizzante.
Grazie a tutti per le eventuali risposte.

[#1] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Caro lettore,
io aspetterei 6 mesi con glande più coperto possibile e compresse antiedemigene.
Altrimenti reintervento.
Cordiali saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma

[#2] dopo  
Utente 505XXX

Salve dott. Vicini,
la ringrazio per la risposta.
Quali compresse antiedemigene consiglia e per quanto tempo?
E devo continuare a utilizzare il Peonil?

[#3] dopo  
Dr. Patrizio Vicini

44% attività
16% attualità
16% socialità
ALBANO LAZIALE (RM)
GROTTAFERRATA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Può continuare Peonil per più giorni.
Rinnovo i saluti.
Dott. Patrizio Vicini
www.patriziovicini.it
www.chirurgia-plasticaestetica.com
Roma