Utente 541XXX
Salve, sono un ragazzo di 27 anni e in data 19/10/2018 ho subito un intervento d'urgenza di Orchidopessi bilaterale a causa di una torsione testicolare al testicolo sinistro. Il post operatorio è stato tranquillo, tant'è che dopo un mese dall'operazione mi sono ripreso perfettamente.
Tuttavia da circa un mese accuso di nuovo dolori ai testicoli. Il tutto è iniziato quando, dopo aver preso la moto, ho sentito forti dolori nelle parti basse con evidente gonfiore all'altezza degli epididimi. I sintomi durarono un paio d'ore poi si stabilizzò di nuovo il tutto e i sintomi scomparvero. Tuttavia i sintomi, a parte il gonfiore che non si è più verificato, sono ricomparsi (soprattutto dopo aver avuto rapporti sessuali con la mia partner) e accuso dolore tendenzialmente nella parte alta degli epididimi, ove ho il fissaggio, e che in genere si protrae fino ai testicoli (entrambi). Nel frattempo, spaventato, mi sono recato al pronto soccorso e dalle analisi del sangue non sono comparsi alcuni segnali circa infezioni o infiammazioni.
Ho poi eseguito una ecografia testicolare di controllo con il medico che mi ha operato, di cui riporto ciò che c'è scritto sul referto: "Didimo in sede di forma e dimensioni in limiti della norma, regolare ecostruttura, nei limiti della metodica non si visualizzano focali aree nodulari sospette per neplasia, regolare vascolarizzazione del didimo, nulla da segalare a carico dell'epididimo".
Questa mattina mi sono recato dal mio medico di famiglia, che, visitandomi ha escluso che il dolore possa essere causato da un eventuale ernia inguinale. Mentre a parer suo dice che possa trattarsi di un edema che non si è assorbito e che può provocarmi dolore soprattutto dopo rapporti. Mi ha anche spiegato che l'edema può anche rimanere nascosto all'ecografia. Per questo motivo mi ha prescritto il Fortilase da prendere due volte al giorno.
Io ad oggi ci tengo a precisare che sto complessivamente bene, nel senso che non accuso dolore di continuo ma solo dopo aver avuto rapporti sessuali, oppure dopo essere salito in moto o dopo una seduta di allenamento, e, il dolore intenso che accuso, poi dopo qualche ora scompare da solo. Il problema è che il dolore che provo, anche se per poche ore è molto fastidioso. IL tutto, ripeto, da circa un mese.
Mi rivolgo a voi del forum, per avere qualche altro chiarimento a riguardo, perché, a parte questa cosa dell'edema, nessuno mi ha saputo dare altre spiegazioni a riguardo circa il dolore che provo.

[#1] dopo  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
I testicoli sono comunque strutture estremamente sensibili, non è raro che dopo manipolazioni chirurgiche di qualunque tipo, anche se si tratta di interventi banali, si possano avere fastidi a distanza, che stentano a recedere se non dopo molti mesi. La valutazione diretta ed il controllo ecografico sono in grado di evidenziare le situazioni veramente meritevoli di attenzione, che sono però rarissime. Più che le terapie di dubbia efficacia, sono quasi sempre il tempo e la pazienza a rimettere gradualmente in sesto le cose. Si raccomanda sempre di mantenere lo scroto sollevato e più fermo possibile indossando mutande elastiche aderenti, anche durante il sonno.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing