Utente cancellato
Buonasera,
Trovandomi all'estero ho bisogno di un parere circa il colore delle mie urine per sapere come procedere, soprattutto in questi giorni di festa dove non potrei vedere il mio curante.
In seguito all'assunzione di 3 grammi al giorno di amoxicillina per una settimana e 2 g al giorno di metronidazolo più 1 g al giorno di clatitromicina, mi trovo, all'ultimo giorno, ovvero ieri, a notare una colorazione arancione/ruggine delle urine. Ciò è successo ieri sera. Subito ho cercato di bere tanto e le urine successive sono state: la prima arancione e le altre due giallo molto chiaro. Stamattina di nuovo giallo, mentre a pranzo ruggine. Durante la seconda parte della cura (per helicobacter) ho vomitato, avuto diarrea, bevuto poco per via della nausea, quindi una disidratazione ci sta. Non capisco perché a distanza di ore è tornato quel colore ruggine, dato che ho bevuto normalmente essendo passata la nausea. Bevendo ancora sono tornate al color giallo quasi trasparente. Devo dire che oggi sono cominciate delle fitte non fortissime al fianco destro, in basso, in zona ovaie, che comunque credo riconducibili al ciclo imminente. Smesso antibiotico non ho più nessun sintomo, tranne questa urina arancione.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
L'assunzione di antibiotici può condizionare il colore delle urine, in particolare se esse sono concentrate. Da quel che ci riferisce non ci pare di dover sospettare la presenza di tracce di sangue. In assenza di disturbi specifici, non pensiamo che sia il caso di preoccuparsi eccessivamente, continui a bere molta acqua e quando possibile esegua un semplice esame delle urine.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing