Utente 303XXX
Buongiorno,
da ormai due settimane soffro di un intenso freddo alle gambe nella parte alta davanti e con la "pelle d'oca".
Ho provato di tutto dalle calze termiche alla stufetta x scaldarmi.
Il problema è che è persistente la cosa e fatico anche a dormire.
Trovo sollievo dopo essermi messo a letto inizialmente però dopo qualche ora mi sveglio con un freddo intenso.
Scrivo nella sezione urologia perchè è giusto iniziare da qualche parte e non saprei dove sbattere la testa considerando che il mio medico di base non mi ha ancora dato una risposta su che esami fare, e per segnalare che sempre in questo periodo (in realtà da un po prima) vado spesso in bagno a fare la pipì ripetutamente anche a distanza di un breve periodo e spesso è completamente trasparente, come se fosse ciò che ho appena bevuto per intenderci (bevo molta acqua tutti i giorni come abitudine).
Vi ringrazio in anticipo.

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
E' molto difficile mettere in relazione quanto ci riferisce con un possibile problema alle vie urinarie. Se beve molta acqua, è normale urinare molto ed avere urine chiare e trasparenti. Per interpretare meglio la situazione è certamente necessario partire alla lontana, con una buona visita ed esami generali, cose che ovviamente esulano da questo mnostro modello di consulenza
informatica.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 303XXX

La ringrazio per la celere risposta.
Posso chiederle da che specialista posso prenotare una visita per partire come dice lei alla lontana avendo come le dicevo il medico di base che non sa come comportarsi?
La ringrazio.

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
A distanza è molto difficile orientarsi, solo la valutazione diretta è in grado di indirizzare almeno i sospetti.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing