Utente 517XXX
Buongiorno dottori vi espongo questo quesito in quanto ho eseguito due mesi fa un tampone uretrale con esiti TUTTI negativi, ma con un punto che non mi è chiaro.. in una riga infatti vi era scritto : sviluppo di flora polimicrobica comunemente residente nel uretra distale..
non ci ho dato peso onestamente in quel momento, leggendo la parola "comunemente" ma è normale quanto è venuto fuori dal tampone?
il punto è che a distanza di due mesi il rossore e prurito al pene (motivo per cui richiesi il tampone) si e ripresentato. la mia compagna ha eseguito il suo tampone vaginale ed era tutto negativo. grazie

[#1]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
La pelle dell’area genitale e l’ultimo tratto dell'uretra sono comunemente colonizzati da batteri innocui che tendono a contaminare le colture, in particolare il tampone e la spermiocoltura, meno l’urocoltura. Bisogna essere molto attenti a questa circostanza per non rischiare di prescrivere antibiotici inutilmente.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing

[#2] dopo  
Utente 517XXX

Buongiorno dottore grazie per la risposta quindi direi dalle sue parole che ho interpretato bene la parola "comunemente" e quindi da quel punto di vista non ci sia nulla di preoccupante in quel referto.
nella sua risposta leggo: Bisogna essere molto attenti a questa circostanza per non rischiare di prescrivere antibiotici inutilmente"
In realtà nessuno mi ha prescritto degli antibiotici il mio urologo mesi Prima di effettuare quel tampone mi prescrisse una cura con eosina applicata direttamente nella zona colpita del glande&prepuzio + lavaggi intimi tre volte al giorno con Saugella e Amuchina.
La cura funziona Però a distanza di qualche mese mi ritorno il problema per cui decisi di fare il tampone con gli esiti tutti negativi che dicevo prima.
Ora a distanza di mesi il problema mi è ritornato nuovamente per la terza volta e sinceramente non so da che cosa sia dovuto e non so nemmeno che cosa io abbia, dato che quel tampone era tutto negativo..

[#3]  
Dr. Paolo Piana

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Se si tratta più che altro di una manifestazione esterna, è forse maggiormente utile sentire il parere di un dermatologo.
Dr. Paolo Piana
Responsabile Centro Calcolosi Renale A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.urologiatorino.org/landing