Utente
Buongiorno, chiedo a voi perché non so più come affrontare la questione.
Mia figlia, 11 anni, ha ripreso in maniera ormai sistematica, ad avere episodi di enuresi notturna.
Con il pediatra aveva già seguito per diversi anni una terapia a base di minirin sublinguale con cui gli episodi erano passati.
La terapia è stata interrotta, in realtà casualmente, circa 10 mesi fa, senza che il problema si ripresentassei.
Eravamo ormai convinti che il problema fosse finalmente risolto ma purtroppo non è così, perché ormai da un mesetto sono ripresi gli episodi, anche più volte a notte.
Il pediatra ci ha sempre detto che la cosa è frequente e che, tranne un normale esame delle urine per escludere infezioni, non siano necessari altri controlli e che la cosa sarebbe passata in maniera naturale con lo sviluppo.
E' così?
O a questo punto è opportuno fare altri tipi di indagini e se si quali?
Lei a volte non si rende neanche conto mentre dorme, e la mattina è sempre più mortificata dell'accaduto e io non so come aiutarla.
Potete darmi un nuovo "punto di partenza" per uscire da questa situazione se esiste?
Sottolineo che la bambina è in buona salute e posso escludere anche problematiche di tipo psicologico.
Inoltre, anche dopo l'interruzione della terapia, abbiamo continuato a seguire le indicazioni relative all'assunzione di liquidi dopo una certa ora.
Grazie infinite per qualsiasi spunto vogliate darmi.

[#1]  
Dr. Giovanni Beretta

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
FIRENZE (FI)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile lettrice,

da questa postazione poche indicazioni mirate possiamo darle: la prima è quella di risentire ora sempre il suo medico pediatra di fiducia e con lui valutare se, oltre all’esame delle urine completo, sia necessario fare anche un uroflussometria registrata e sentire in diretta un esperto urologo.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su tale problematica urologica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sempre sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

https://www.medicitalia.it/news/urologia/3816-enuresi-quando-il-bambino-fa-la-pipi-a-letto-cosa-fare.html

Detto questo si ricordi comunque che sempre la visita medica specialistica in diretta rappresenta il solo strumento valido per poterle dare un’indicazione mirata e che le informazioni fornite via internet vanno sempre intese come meri suggerimenti clinici e di comportamento.

Un cordiale saluto.
Giovanni Beretta M.D.
http://andrologiamedica.org/prenota-consulto-online/
https://centrodemetra.com/prenota-consulto-online/