Utente
Buongiorno,
dalle analisi del sangue fatte un paio di mesi fa è risultato un valore elevato del S-PSA TOTALE (6155 ng/mL).

Ho fatto una uroflussometria e una visita urologica, con il seguente esame obiettivo: prostata aumentata di volume, x2, bilobata, con consistenza tesoelastica, lievemente accentuata sul versante di destra, limiti netti.


Mi sono stati prescritti dei farmaci (Profluss e Solodyx) e richiesta una RMN addome inferiore.

I farmaci li ho presi mentra per la RMN mi hanno detto di aspettare che si stabilizzi un po' la situazione Coronavirus, dopo di che dovrò ritornare dall'urologo che mi ha visitato.


A dire il vero temevo che, durante la visita, il medico mi facesse qualche domanda riguardo la mia vita sessuale: avrei dovuto spiegare di aver usato nel periodo precedente una pompa per l'allungamento del pene e di aver praticato qualche volta del sesso anale protetto come passivo.

Non mi ha chiesto nulla ma forse era meglio che glielo avessi detto direttamente io, ma ero troppo imbarazzato per farlo.


Comunque, nell'attesa della risonanza, volevo sapere una cosa.

Da altri consulti fatti su questo sito ho letto che non ci sono grandi controindicazioni a fare sesso anale anche se ci sono problemi di prostata da parte del soggetto passivo.

La mia domanda è: con la mia diagnosi, potrò in futuro (Coronavirus permettendo) praticare ancora la penetrazione anale passiva senza grossi problemi oppure è meglio che lasci pardere?


Ringrazio anticipatamente per la vostra cortese risposta ed auguro una buona giornata.

[#1]  
Dr. Andrea Militello

52% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
VITERBO (VT)
RIMINI (RN)
CARSOLI (AQ)
AVEZZANO (AQ)
ACRI (CS)
MILANO (MI)
RIETI (RI)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Salve, presumo che la risonanza sia una risonanza magnetica multiparametrica della prostata e che il PSA da lei indicato sia 6, e non 6000, c’ ho detto nessuna controindicazione al sesso anale passivo
Dr. Andrea Militello.

Specialista in UROLOGIA ANDROLOGIA.