Con la video turv è possibile indagare sia le basse sia le alte vie urinarie?

Gentile Dottore,
le scrivo per mio papà che ha 81 anni e il 15 gennaio ha subito un intervento di video turv per sospetta neoformazione vescicale (questo il motivo del ricovero indicato sulla lettera di dimissioni).
L'intervento è andato bene e l'esame istologico è risultato negativo.
Il campanello d'allarme è stata la perdita di qualche goccia di sangue (dopo aver urinato) nel mese di settembre e il successivo esame citologico che ha evidenziato un "sospetto carcinoma uroteliale di alto grado".
Da quel momento il papà è stato sottoposto a diversi esami diagnostici (fra cui una cistoscopia) che hanno portato all'intervento.
Dal momento che l'istologico è risultato negativo, l'urologo desidera che mio papà venga sottoposto a una nuova endoscopia per indagare le alte vie urinarie perchè l'esame citologico parla chiaro: qualcosa da qualche parte c'è.


La mia domanda è: non sarebbe stato possibile prelevare dei campioni di tessuto delle alte vie urinarie già durante la video turv per evitare un secondo intervento con tutte le conseguenze, anche emotive, che ne conseguono?
Mio papà è da settembre che attende di sapere se ha un tumore oppure no e mi pare che siamo ancora un po' "in alto mare".


La ringrazio molto e saluto cordialmente,
Alessandra
[#1]
Dr. Paolo Piana Urologo 26,9k 1,3k 15
Sostanzialmente no. L'indagine endoscopica delle basse vie urinarie è una procedura standard e viene eseguita con strumenti comuni. Quella delle alte vie urinarie prevede la disponibilità di strumenti ed accessori particolari, oltre alla competenza specifica per utilizzarli.

Dr. Paolo Piana
Responsabile Trattamento Calcolosi Urinaria A.O. U. Città della Salute e della Scienza - Torino
www.paolopianaurologo.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottor Piana,
la ringrazio moltissimo, ora sono più tranquilla.
Con i più cordiali saluti,
A.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio