Domande su ferita post-circoncisione

Gentilissimi dottori,

scrivo questa domanda in quanto purtroppo negli ultimi due giorni non sono riuscito a contattare nessuno nel reparto di urologia dove ho effettuato l'intervento.

Giovedì scorso ho effettuato una circoncisione per fimosi serrata.
L'intervento è andato bene, però ho un paio di dubbi sulla gestione della ferita e della sutura, che vi espongo:
- nella parte posteriore del pene, nel punto in cui il taglio della circoncisione incontra il frenulo, penso che forse a causa delle erezioni notturne la ferita non si sia ancora chiusa in un taglietto lungo circa 5-10mm da cui non esce sangue.
Sembra che un punto abbia ceduto, ma non riesco a capire bene.
Purtroppo quella zona in certi momenti della giornata/notte mi brucia moltissimo.
C'è qualcosa che posso fare per aiutare la ferita a chiudersi?
Serve rimettere il punto?

- nella parte anteriore del pene l'asta è ancora un po' gonfia, il che fa sì che gran parte della sutura, nel lato interno, sia "nascosta".
Dopo una settimana dall'intervento ho provato, molto delicatamente, ad abbassare la pelle per controllare la ferita, e sembra molto pulita e chiusa.
Tuttavia, quando abbasso la pelle, fuoriesce sempre un liquido rossastro, che normalmente è "intrappolato" tra la corona del glande e la zona gonfia, ma che non mi sembra sangue "fresco".
Questo può essere un problema?
Faccio bene ad aiutare il deflusso di questo liquido, o è meglio che lasci stare?

- il dolore nella zona dell'operazione era diminuito, ma negli ultimi due giorni la zona gonfia di cui ho parlato prima ha ripreso ad essere dolorante al tatto.
Sembra che il dolore corrisponda alla zona dove, internamente, è presente il taglio.
E' normale un "peggioramento" del dolore?
Non è assolutamente qualcosa di insostenibile, ma certamente avrei preferito continuasse a migliorare.


VI ringrazio sentitamente per il supporto e vi auguro buona giornata.
[#1]
Dr. Diego Pozza Andrologo, Endocrinologo, Chirurgo generale, Oncologo, Urologo 14,4k 410 2
caro lettore
non è credibile che lei non possa essere visitato da qualche medico del reparto ospedaliero dove è stato operato
ritorni dal chirurgo
cordiali saluti

Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
www.studiomedicopozza.it
www.vasectomia.org

[#2]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottore,

purtroppo mi deve credere. Ho chiamato 4 volte nell'arco di 3 giorni, ogni volta mi viene detto che il dottore "mi richiamerà", lascio il numero di telefono, ma poi nulla. Naturalmente, ho una visita di controllo prenotata per mercoledì prossimo, per cui non dico di essere stato "abbandonato" al mio destino. La mia era una domanda per affrontare al meglio il tempo prima della visita.

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa