coronavirus

Covid 19 e spermatozoi: avremo uno strascico di infertilità?

Dr. Giulio BiagiottiData pubblicazione: 25 marzo 2020

Un recentissimo articolo di Lancet sul Covid 19, a firma di P. Metha e altri, sottolinea la capacità del virus di aggredire non solo i polmoni ma tutti gli organi realizzando una sindrome fulminante.

Coronavirus

Il meccanismo alla base della sindrome sembra essere una iperinfiammazione (Hyper Inflammation) che comporta una tempesta di citochine (Cytokine Storms).
Le citochine (interleukine) si formano nell’ambito della risposta immunitaria che risulterebbe evidentemente esagerata.

Gli autori suggeriscono pertanto l’uso di farmaci che possano regolare tale risposta attraverso la rimodulazione della sovra-produzione di interleukine.

Il ragionamento ha una sua logica condivisibile tanto è che alcuni farmaci che hanno la caratteristica cercata (antiartritici) sono oggetto di studio e sperimentazione e sembrano, sottolineo sembrano, avere la capacità di dare qualche vantaggio.

Con ogni probabilità la difficoltà principale è data dal fatto che non conosciamo il margine terapeutico, ovvero il rapporto tra i danni e i vantaggi che comporta l’uso di farmaci, quali che siano.

Al momento non è dato sapere se i testicoli degli affetti dal Covid 19 sono coinvolti, anche se non è difficile ipotizzare che l’iperpiressia, frequente causa di blocco della spermatogenesi a prescindere di quello che la provoca, possa giocare un ruolo nella questione. Sappiamo però che nella maggioranza dei casi la spermatogenesi riprende dopo qualche mese dalla fine della febbre.

Spermatozoi

A livello di spermatozoi, un articolo su Andrologia di quattro settimane precedente a quello di Lancet, rivela che gli spermatozoi hanno recettori per le interleukine situati nel mid-piece, ovvero il collo dello spermatozoo.
Rivela anche che una tempesta citochinica ad arte creata in condizioni sperimentali ha un suo effetto negativo sulla motilità degli spermatozoi esaminati.
I ricercatori concludono affermando che nei soggetti sub fertili l’espressione delle interleukine è alterata in aumento.

Non appare perciò del tutto fuori luogo ipotizzare che il Covid 19 possa avere un ruolo negativo sulla fertilità maschile anche oltre il meccanismo della semplice iperpiressia, comune peraltro ad altre patologie.

La scommessa per il post-pandemia sarà definire, con studi seri e controllati, se avremo uno strascico di infertilità o meno, se quanto e per quanti e per quanto tempo.

Staremo a vedere.

 

Fonti:


Autore

giuliobiagiotti
Dr. Giulio Biagiotti Andrologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1984 presso Università di Perugia.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Perugia tesserino n° 4114.

5 commenti

#3
Utente 965XXX
Utente 965XXX

L' infertilità è ipotizzabile come effetto permanente anche nel caso il virus colpisca i bambini? Quindi prima della pubertà? Un altro studio dice che il virus potrebbe danneggiare i testicoli perché i testicoli sono ricchi di recettori ace2. Lei cosa ne pensa? Ho un figlio maschio di pochi mesi e sono molto in ansia per la sua fertilità futura nel caso contraesse il virus... vorrei capire se il rischio si ha solo se lo si contrae in età adulta o anche in età prepuberale...

#4
Dr. Giulio Biagiotti
Dr. Giulio Biagiotti

salve.
mancando casistiche di riferimento possiamo fare solo ipotesi e le ipotesi lasciano il tempo che trovano fino a che diventano tesi dimostrabili. Analogie col virus della Parotite ? Forse, ma è troppo presto per pensarci. Evitare il contagio, al momento, è l'unica ipotesi percorribile.

#5
Utente 965XXX
Utente 965XXX

Gentile dottore, grazie mille. Purtroppo io sono logopedista e mio marito medico, lavorando entrambi in ospedale evitare il contagio ed evitare di portarlo a casa dai nostri figli è per noi è pressoché impossibile, specie se il virus si ripresenterà l' anno prossimo. Prego solo che mio figlio non debba pagare un prezzo così alto come la sterilità a causa del nostro lavoro che in questo momento sto odiando con tutto il mio cuore. Grazie mille ancora per la risposta.

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche coronavirus 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Andrologia?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Altro su "Covid-19"