oncologia

Interferenza dei farmaci inibitori della secrezione acida gastrica (IPP) con la terapia oncologica

Dr. Alessandro ScuottoData pubblicazione: 22 luglio 2021

Uno studio pubblicato a giugno 2021 sulla rivista JAMA ha posto l'attenzione sul fatto che la somministrazione contemporanea di farmaci inibitori di pompa protonica (IPP), come omeprazolo e simili, riduca la biodisponibilità e l'efficacia della terapia farmacologica per via orale in oncologia e sollecita per i disturbi del tratto gastroenterico superiore l'utilizzo di alternative (antiacidi, H2antagonisti).

Cosa dicono gli studi?

L'osservazione è stata condotta su 872 pazienti oncologici dei quali 229 (26,3%) assumevano IPP per dolori epigastrici, dolore retrosternale, comprovata ulcera gastrica o esofagea, gastroprotezione. In almeno un terzo dei casi è stata riscontrata una ridotta efficacia della terapia oncologica.

Nel caso in cui la somministrazione di farmaci inibitori di pompa protonica sia assolutamente necessaria si sottolinea, in un articolo di commento su Medscape, la necessità di utilizzare il più basso dosaggio efficace per il più breve tempo possibile e di valutare con regolarità la riduzione della posologia e la possibile interruzione.

 

Fonti:

Autore

alessandro.scuotto
Dr. Alessandro Scuotto Gastroenterologo, Perfezionato in medicine non convenzionali, Dietologo

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1983 presso Università Napoli.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Como tesserino n° 5803.

0 commenti

Commenti degli utenti: aperti!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche oncologia 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Gastroenterologia e endoscopia digestiva?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test

Contenuti correlati