Apprendiamo in queste ultime ore che la sindrome respiratoria da Coronavirus si diffonde anche nel nostro Paese.

E' necessario mantenere la calma e adottare le misure di prevenzione. Senza indugi e senza imbarazzi, per prevenire ulteriori contagi.

 

Il ministero della Salute e la Regione Lombardia hanno diramato, a tutti gli operatori sanitari, un comunicato in cui vengono suggerite le cautele da assumere in presenza di persone con sintomi sospetti e negli ambienti della sanità pubblica.

Anche la  Società Oftalmologica Italiana ha diffuso le operatività da mettere in atto a tutela dei medici oculisti, dei pazienti e degli operatori tutti.

Dal punto di vista oculare, la congiuntivite può rappresentare il primo sintomo precoce della malattia e può pertanto essere sottovalutato o passare inosservato. Il medico cinese, poi deceduto, che per primo si rese conto dell’importanza di questa emergenza sanitaria era un Medico oculista 

 

Come tutte le forme virali di congiuntivite anche quella da Coronavirus esordisce in un solo occhio per poi eventualmente coinvolgere anche l’altro. Non c’è secrezione purulenta. L’occhio può essere lacrimoso o lievemente dolente. 

Se alla congiuntivite non sono associati febbre e sintomi a carico delle vie aeree e se il paziente non è stato in Cina da novembre 2019 in poi - e non è entrato in contatto con persone che sono state in Cina in quel periodo - è poco probabile che la congiuntivite sia dovuta al Coronavirus

 

I pazienti con congiuntivite - NON necessariamente da CoronaVirus - devono quindi essere visitati - isolandoli dagli altri pazienti - con: 

  • guanti, 
  • mascherina (che ripari anche il naso: aderenti al viso e con filtro) 
  • occhiali sanitari o visiera.
  •  

Se hanno febbre, sintomi influenzali, tosse, vanno isolati e separati dal pubblico, contattando il 112.

 

 

Per aggiornamenti in tempo reale sul Coronavirus dal sito della Regione Lombardia:

https://regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/lombardia-notizie/DettaglioNews/2020/02-febbraio/17-23/coronavirus-in-lombardia-tutti-gli-aggiornamenti-in-diretta