coronavirus

Coronavirus e occhi: come comportarsi

Dr. Ruggiero PaderniData pubblicazione: 22 febbraio 2020

Anche la congiuntivite può rappresentare il primo sintomo precoce del Coronavirus, per questo la Società Oftalmologica Italiana ha diffuso le operatività da mettere in atto a tutela dei medici oculisti, dei pazienti e degli operatori tutti.

 

Come tutte le forme virali di congiuntivite anche quella da Coronavirus esordisce in un solo occhio per poi eventualmente coinvolgere anche l’altro: non c’è secrezione purulenta, l’occhio può essere lacrimoso o lievemente dolente. 

Se alla congiuntivite non sono associati febbre e sintomi a carico delle vie aeree è poco probabile che la congiuntivite sia dovuta al Coronavirus

I pazienti con congiuntivite - NON necessariamente da Coronavirus - devono quindi essere visitati - isolandoli dagli altri pazienti - con: 

  • guanti, 
  • mascherina (che ripari anche il naso: aderenti al viso e con filtro) 
  • occhiali sanitari o visiera.

Se hanno febbre, sintomi influenzali, tosse, vanno isolati e separati dal pubblico.

 


Autore

r.paderni
Dr. Ruggiero Paderni Oculista

Laureato in Medicina e Chirurgia nel 2008 presso Università di Palermo.
Iscritto all'Ordine dei Medici di Milano tesserino n° 42769.

0 commenti

Commenti degli utenti: chiusi!
Commenti dei professionisti: aperti!

Per aggiungere il tuo commento esegui il login

Non hai un account? Registrati ora gratuitamente!

Guarda anche coronavirus 

Vuoi ricevere aggiornamenti in Oculistica?

Inserisci nome, email e iscriviti:

* Autorizzo il trattamento dei miei dati da parte di Medicitalia s.r.l. per finalità di marketing telefonico e/o a mezzo posta elettronica o ordinaria, compresi l'invio di materiale pubblicitario, la vendita diretta e lo svolgimento di indagini di mercato.

Cliccando su iscriviti acconsento al trattamento dei dati personali come da privacy policy del sito.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio

Altro su "Covid-19"