Il Lichen scleroatrofico o scelrosus, è una malattia dermatologica che ad oggi non è considerata più infrequente, come un tempo la comune accezione definiva.
 
Le Linee guida della British Association of Dermatology hanno difatti definito come il Lichen sclerosus o scleroatrofico (LS) abbia aumentato di gran lunga la sua incidenza diagnostica, quindi il numero di casi per milioni di pazienti.
 
probabilmente negli anni, più che ad un reale aumento di questa incidenza, si è assistito ad un maggior numero di diagnosi: in altre parole, ad oggi l'attenzione maggiore rispetto a questa malattia dermatologica, ha portato un maggior numero di pazienti a rivolgersi allo specialista dermatologo venereologo per chiarire e per appurare dei sintomi particolari.

 

Di seguito alcune domande e risposte che spesso i pazienti pongono sul Lichen Scleroatrofico:

 
Che cos'è il Lichen scleroatrofico?
 

Quando si parla di Lichen sclerosus o scelroatrofico, ci si riferisce ad una malattia infiammatoria dermatologica di tipo autoimmunitario, che causa una sclerosi e/o un processo atrofizzante a tutto spessore della cute che viene colpita. Si immagini una cicatrizzazione che arriva dopo una importante infiammazione - una vera e propria "battaglia" a carico dei tessuti che vengono interessati dalla patologia.

Chi può esserne affetto?

Pazienti di ambo i sessi ed in ogni momento, possono manifestare questa patologia, che non fa quindi
differenza di razza, fascia d'età e sesso.

Quali zone colpisce?

Sebbene tutta la pelle possa essere interessata da questa malattia dermo-venereologica, nella stragrande maggioranza dei casi, è la cute e le mucose dei genitali maschili e femminili ad essere colpiti.

Il Lichen scleroatrofico è una malattia infettiva?

No, in alcun modo. E' una malattia infiammatoria ma assolutamente non infettiva. Quindi, non si trasmette e non si contagia.

Il Lichen scleroatrofico è guaribile?

Sebbene un tempo, si dava per assunto che tale malattia fosse "inguaribile" ad oggi invece possiamo affermare che il Lichen sclerosus o scleroatrofico è una patologia che può essere curata con successo.

Quali sono le terapie?

Il Lichen sclerosus consta di terapie classiche "di attacco" e di "mantenimento" e di altri approcci più innovativi

Quali sono le novità terapeutiche

Solitamente, quando si parla di cura del Lichen sclerosus, è d'uopo intendere non una sola terapia od un solo farmaco, ma piuttosto un
 
approccio terapeutico combinato per il Lichen scleroatrofico
 
che può avvalersi di più dispositivi, i quali variano sicuramente in base al caso e al grado di severità.
 
Ad esempio, se un Lichen scleroatrofico lieve può essere trattato con soli farmaci topici ed integratori specifici, un Lichen scleroatrofico più serio deve avvalersi di più fronti di attacco, dalla
 
- Dermochirurgia ambulatoriale conservativa (che ricordiamo si effettua in anestesia locale ed è praticamente indolore) che si effettua in casi di Lichen scleroatrofico grave e aree leucoplasiche a rischio di trasformazione (quindi in basse percentuali rispetto alle diangosi effettuate: per questo la diangosi precoce è importante)
 
fino anche agli approcci più innovativi come
 
- Microinfltrazioni con farmaci antifinammatori e ad oggi, anche in combinazione con:
 
- Microinfiltrazioni con farmaci rigenerativi
 
si veda in tal senso, l'impiego dei Poli-deossi-ribonucleotidi (PDRN): questi sono frammenti di DNA un tempo prelevati dalla placenta umana, ma ad oggi di derivazione ittica (liquido seminale della trota salmonata - farmacologicamente confezionati, pronti all'uso) che possono essere applicati anche previa apposizione di creme anestetiche per la massima tollerabilità e che hanno funzione di:
 
1. contribuire ad arrestare il processo infiammatorio
 
2. stimolare i fibroblasti - cellule che compongono la nostra pelle - a rigenerare i tessuti, per una ripresa più completa dalla malattia

 
Infine, chi dovrebbe seguire i pazienti affetti da Lichen scleroatrofico o scelrosus?

Lo diciamo da sempre, il Dermatologo Venereologo.


di seguito, apponiamo delle immagini di un caso di Lichen sclerosus / scleratrofico, caratterizzato da aree leucoplasiche ragadizzate, fimosi non serrata e severa infiltrazione infiammatoria a carico dell'area prepuziale e del glande, che si è avvalso di un approccio multi-terapeutico (ablazione dermochirurgica, terapia topica e microinfiltrazioni)

(Si raccomanda la visione di queste immagini ad un pubblico adulto e fortemente motivato alla comprensione del dato clinico pre-post terapia)


lichen scleroatrofico dott. LAINO prima della terapia

lichen scleroatrofico dott. LAINO dopo la terapia



Approfondimenti:

www.lichenscleroatrofico.it
 
 

Bibliografia:

1) Sini P, Denti A, Cattarini G, Daglio M, Tira ME, Balduini C. Effect of polydeoxyribonucleotides on human fibroblasts in primary culture. Cell Biochem Funct. 1999 Jun;17(2):107-14.

2) Raposio E, Guida C, Coradeghini R, Scanarotti C, Parodi A, Baldelli I, Fiocca R, In vitro polydeoxyribonucleotide effects on human pre-adipocytes. Cell Prolif. 2008 Oct;41(5):739-54. Epub 2008 Jul 31.

3) Polito F, Bitto A, Galeano M, Irrera N, Marini H, Calò M, Squadrito F, Altavilla D. Polydeoxyribonucleotide restores blood flow in an experimental model of ischemic 

4) Arena S, Minutoli L, Arena F, Nicotina PA, Romeo C, Squadrito F, Altavilla D, Morgia G, Magno C. Polydeoxyribonucleotide administration improves the intra-testicular vascularization in rat experimental varicocele. Fertil Steril. 2012 Jan;97(1):165-8. Epub 2011 Nov 17.

 5) Bitto A, Polito F, Irrera N, D'Ascola A, Avenoso A, Nastasi G, Campo GM, Micali A, Bagnato G, Minutoli L, Marini H, Rinaldi M, Squadrito F, Altavilla D. Polydeoxyribonucleotide reduces cytokine production and the severity of collagen-induced arthritis by stimulation of adenosine A(A) receptor. Arthritis Rheum. 2011 Nov; 63(11):3364-71.