La cataratta interessa più di 4 milioni di italiani ed è la principale causa di riduzione della vista tra le persone anziane del Paese. Fra gli over 65, circa la metà della popolazione ha la cataratta.

 

 

La cataratta si forma quando una lente naturale presente all'interno dell'occhio, il cristallino, diventa appannata e riduce il passaggio della luce verso la retina (la parte nervosa dell'occhio, che trasferisce poi i segnali ricevuti al cervello, dandoci la possibilità di interpretare le immagini del mondo circostante). Quando il cristallino si opacizza, quindi, la visione comincia ad apparire imprecisa e sfocata, ed i colori appaiono sbiaditi. La chirurgia della cataratta è in grado di offrire una visione migliore, ed è una delle procedure più sicure ed efficaci, avendo un tasso di successo superiore al 95 per cento.

 

Di seguito, c'è un semplice elenco dei sintomi che ci devono far sospettare la presenza di cataratta e rendono necessaria una valutazione oculistica:

  • Quando, durante la guida, si percepisce un atipico riflesso del sole o dei fari;
  • Quando non si riesce a vedere abbastanza bene nella lettura, mentre si guarda la TV o durante altre attività comuni come cucire o giocare a carte;
  • Quando si ha paura di urtare contro gli oggetti o si ha paura di cadere o, infine,
  • Quando, nonostante si siano cambiati gli occhiali, la vista non migliora in maniera soddisfacente.

 


Con i moderni interventi per cataratta, è possibile
riacquistare la capacità
di vedere da vicino senza occhiali.

 

Una consulenza presso il proprio oculista di fiducia aiuterà a comprendere bene i motivi di tali sintomi e permetterà di conoscere meglio le potenzialità curative degli attuali interventi per cataratta.