ansiaIl collegamento tra i genitori con comportamento ansioso e i propri figli sembra essere ambientale, piuttosto che genetico, cioè i bambini e gli adolescenti imparano il comportamento ansioso dai loro genitori, piuttosto che ereditare una tendenza all’ansia attra verso una familiarità di tipo genetico. 

Questa è la conclusione di un’importante ricerca del King's College di Londra, pubblicata sul The American Journal of Psychiatry.

Lo studio ha esaminato quasi 900 famiglie con gemelli adulti; dai risultati emerge una significativa trasmissione ambientale, diretta dai genitori ai propri figli della tendenza all’ansia. Al contrario, non si è rilevata alcuna evidenza significativa di trasmissione genetica.

La ricerca potrebbe avere un effetto positivo sui genitori che non si troverebbero nella condizione d’impotenza dovuta ad una trasmissione, ai propri figli, di una tendenza all’ansia di natura prevalentemente genetica e di conseguenza difficilmente modificabile.

Diversamente il genitore si troverebbe nella situazione di poter, attraverso la gestione, comprensione della propria ansia, ridurre il rischio di una trasmissione di tipo ambientale, incidendo in modo positivo sulla salute mentale dei propri figli.

 

Fonte: http://ajp.psychiatryonline.org/doi/10.1176/appi.ajp.2015.14070818