Utente 127XXX
Salve,
Sono un ragazzo di 19 anni che presenta, da 3 anni e mezzo, una generalizzata e continua caduta di capelli con localizzazzione nel vertex e nella zona laterale. Ho già effettuato controlli relativi a carenze alimentari o problemi endocrinologici, ma in entrambi i casi non sono stati riscontrati disturbi che potrebbero dar origine a questa caduta. I miei timori, condivisi anche dall'ultimo dottore che ho visitato, è che si tratto di un teologen effluvio di cause non meglio identificate. C'è da dire però che verso i quattordici anni i miei capelli hanno iniziato a riempirsi di forfora (scaglie di pelle di dimensioni varie, dalla grandezza di qualche millimetro a dimensioni pari ad una briciola, piuttosto biancastre o al massimo leggermente gialle) e sebo tanto che, nel giro di 1-2 giorni dal lavaggio, essi tornavano a sporcarsi in maniera davvero disastrosa. Da allora la situazione non è cambiata ma anzi, ad esso si è aggiunto il problema di caduta di capelli che ho provato a curare, in tutti questi anni, con lozioni topiche e l'abbonante utilizzo di integratori alimentari (cistidil, konoderm, ecc..) senza risultati minimamente evidenti. Sopetto quindi che la causa ultima di questa caduta di capelli(il mio problema principale, vista la mia giovane età) sia dovuta alla grave sovrapproduzione di sebo che, tra l'altro, presento anche in altre zone della pelle (attorno al naso, sulle spalle). La mia domanda è, come intuibile, la seguente: Può essa causare la caduta dei capelli? O tale causa è da ritrovarsi in altri ambieti (ad esempio reazioni psicologiche o ambientali)? Tengo a precisare che non avverto ne crosticine, ne eritemi ne prurito insistente al cuoio capelluto o in altre parti del corpo.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Gentile utente,

sebbene la dermatite seborroica (che non aiuta il capello e può alterare i trattamenti topici) è spesso associata alla calvizie e meno ai telogen effluvium, le cose non sono l'una la causa dell'altra.

si rechi dal dermatologo per la visita e possibilmente i test non invasivi del capello (diametro medio densità locale e dermoscopia del cuoio capelluto) per la diagnosi e la terapia elettiva: ad oggi si possono fare molte cose.

cari saluti