Utente 193XXX
Egregi dottori di medicitalia ho 61 anni ho cominciato con problemi dolorosi dopo la nascita dell'ultimo figlio, avevo 33 anni. Ai forti dolori si sono associati tosse continua, mi facevano fare degli esami ed erano sempre normali, ma la qualità della mia vita era pessima con questa tosse da fumatori, anche se io non ho mai fumato, in seguito hanno cominciato a riscontrarmi osteoporosi, ero sempre stanca ipertesa con la minima anche a 120 ma non riuscivano a capire il mio problema dopo una vita di odissea, finalmente il pneumologo, mi fa fare una broncoscopia per sospetto cellule cancerogene ai bronchi, il referto negativo per cellule neoplastiche, in quell'occasione mi hanno diagnosticato broncopatia atrofica cronica con faringolaringotracheite cronica atrofica. HO fatto molte cure aerosol e bombolette ma sono peggiorata,ho forte tosse giorno e notte con espettorato trasparente e vischioso mi sembra di soffocare. nel 1995 sono stata ricoverata in una clinica universitaria per accertamenti sospetto sclerodermia, ma dopo avermi fatto tutti gli esami immunologici che d'altronde erano tutti nella norma, mi hanno dimesso con la diagnosi di fibromialgia primaria, grave artrosi degenerativa, ipocusia bilaterale di origine neurosensoriale, ipertensione arteriosa. ho fatto tante cure passando dal reumatologo al neurologo, cardiologo e nefrologo e pneumologo, due anni fa il neurologo mi ha fatto fare la risonanza magnetica all'encefalo la il referto e di multiple lesioni di origine gliotiche e mi hanno detto che ho una vasculopatia autoimmune, siccome non tengo bene l'equilibio mi hanno fatto l'ecografia alle anche, una borsite trocanteria con contenuto infiammatorio, tendinopatia inserzionale del tendine a livello del grande trocante , sia a destra che a sinistra. mi hanno fatto l'ecografia alla spalla destra che ha evidenziato una falda infiammatoria,circodante il decorso intertubercolare del tendine del c.l.b.b. con distensione della guaina e ridotta visualizzazione delle fibre per tenosivite essudativa. Quadro di tendinopatia infiammatoria del tratto inserzionale del tendine del sovraspinato, con versamento intratendineo ed ispessimento delle fibre, con ridotto scorrimento in dinamica,nella colonna cervicale mi hanno trovato una calcificazione ovalare ltc sinistra di circa mm 7 di sospetta natura linfonodale. Per la spalla l'ortopedico due giorni fa mi ha fatto delle infiltrazioni di cortisone (il dolore non mi è passato anzi sembra peggiorato) fra un mese ha detto che mi fa le infiltrazioni di cortisone alle anche, ma io non so cosa fare possibile, che non ci sia un rimedio per farmi stare un pochino bene? Ci sono specialisti che dicono che ho una connetivite e che ho una malattia autoimmune ma nessuno me lo dice con sicurezza. Vi prego aiutatemi ad avere un pò di speranza, datemi dei consigli su cosa devo fare e io farò quello che mi direte grazie di cuore per tutto quello che fate. dimenticavo di dire che prendo tutti i giorni valpression 80 metto le gocce negli occhi per il glaucoma, cardioaspirina 1 al giorno e cicli di efferelgan però i dolori sono sempre uguali giorno e notte. Scusate la mia lunga lettera ma non ho saputo esprimermi diversamente, Cordiali saluti Margaret

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giampiero Fichera
24% attività
0% attualità
8% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 32
Iscritto dal 2007
La fibromialgia è caratterizzata da dolore presente su molti muscoli del corpo(dorso,braccia,cosce), dolore generalmente persistente, resistente alle terapie spesso associato a turbe della digestione e del sonno.Riconosce un substrato psicogeno. La diagnosi viene posta sul rilievo obiettivo di alcuni punti dolenti(tender points), sulla negatività degli indici di flogosi(VES,PCR,ecc) e dall'assenza di segni clinici/laboratoristici di patologie muscolari o immunitarie o endocrine(LDH,CPK,ANA,ENA,FT3,FT4,TSH,ecc). La malattia è sostanzialmente benigna ma molto dura da domare. E la terapia si basa su miorilassanti(Sirdalud,Flexiban)+antidepressivi(deniban,Laroxyl)+sedativi(Lexotan,EN).Utili anche massaggi, moderata attività fisica e fanghi (d'estate). L'evoluzione è imprevedibile. generalmente tende a persistere ma con fasi alterne di remissione e riacutizzazione.
Infine, da quello che descrive Lei avrebbe anche altre patologie reumatiche: una periartrite della spalla e dell'anca(?) e una artrosi.
CONCLUSIONI: è ovvio che tale risposta è altamente e solamente indicativa. Una diagnosi esatta non può prescindere dalla visita dell'ammalato e dall'analisi degli esami necessari. Nella fattispecie sarebbe importante verificare tutti i test immunitari e/o reumatologici onde poter escludere con sicurezza una patologia autoimmune. Inoltre le segnalo che la gliosi cerebrale, da ricerche effettuate presso il centro dove lavoro, è spesso correlabile alla ipertensione arteriosa ed è considerato un indice di rischio cerebrovascolare(..per cui bisogna sempre tener bene a bada la pressione ! oltre ad eliminare o ridurre altri fattori di rischio:obesità, diabete, fumo,ecc).
Saluti
[#2] dopo  
Utente 193XXX

Iscritto dal 2006
Gent.mo dottor Fichera, prima di tutto la ringrazio per la sua sollecita risposta, è stato veramente gentile. Dunque ho letto il suo consulto con i consigli che mi ha suggerito, il Flexiban, Laroxil, Lexotan e altri farmaci che servivano per lo stesso scopo, la reumatologa nel corso di questi lunghi anni me li ha prescritti assieme anche agli antidolorifici, però non mi davano alcun sollievo anzi sentivo quel profondo dolore, che non mi faceva riposare la notte (non è che non prendendo i farmaci riposi, ma con i farmaci sento quel dolore sordo e profondo)Riguardo alle anche forse non sono stata chiara ma l'ecografo ha detto che ho una brutta coxalgia bilaterale con entesopatia calcifica e borsite associata a tendinopatia inserzionale del tendine. Due anni fa ho fatto fisioterapia, sopratutto del laser perchè avevo dolori terribili all'inguine bilateralmente, quel problema dell'inguine mi era passato, ma adesso mi sta tornando, durante la notte ho dei forti crampi alle gambe, mi vengono varie volte nella stessa nottata. Riguardo ai bronchi il pnumologo quattro anni fa mi ha fatto fare la R.M. al torace il referto e il seguente:
iniziali condizioni di interstiziopatia con lieve ispessimento dei setti interlobulari, ispessimento dell'interstizio peribroncovascolare e minimi segni di interfaccia della pleura mediastinica e accentuazione della trama broncovasale. l'antitripsina A1 è sempre su 70 o al massimo 80 di valore è normale? Mi scusi per il mio lungo scritto la ringrazio ancora per il tempo prezioso che miu ha dedicato, e con l'occasione le porgo i più distinti saluti.Margaret