Utente 272XXX
Caro dottore, è datempo che soffro di alcuni disturbi e non riesco a capirne la provenienza. Tutto è iniziato un anno e mezzo fa accorgendomi che facevo molta fatica a fare dei gesti normali, come parlare al telefono, dopo pochi minuti dovevo abbassare il braccio perchè si stancava e mi faceva male, ogni tanto avevo dei dolori alla schiena, a volte mi si irriggidiva e mi sentivo debole. Molte volte allora andavo al bagno ed un evacuazione sembrava farmi sentire meglio. Spesso dopo uno sforzo mi veniva un affanno eccessivo.Qualche volta mi svegliavo la notte con apnea. Nel frattempo mi è stato diagnosticato uno pseudotumor cerebri è ho fatto tutti gli esami e iniziato la cura. Ho fatto 1 risonanza e 4 angiorisonanze tutte negative.
Ma da qualche mese i disturbi che avevo prima dello pseudotumor sono aumentati. Mi sento sempre debole, ho dolori muscolari a gambe e braccia, nausea e diarrea ogni 2/3 settimane. Le articolazioni della spalla mi fanno male.Sento sempre che i muscoli sono al massimo dello sforzo, la notte non dormo più, mi sveglio con le braccia intorpidite e con i muscoli delle spalle e delle braccia che mi bruciano tantissimo. Questo bruciore talvolta mi capita anche di giorno. Tra l'altro o frequenti ruttazioni. La vita sta diventando un inferno, molte volte sento la gamba o il braccio privo di forza. Ho fato Un elettromiografie ed è negativa, un esame delle feci e non risulta nulla. Gli enzimi muscolari e gli elettroliti sono tutti nella norma. Che cosa mi succede? L'altro giorno mi è anche venuta anche una tachicardia molto forte e respiravo con difficoltà. E' possibile che si tratti di fibriomalgia? O I sintomi possono essere anche attinenti ad un diturbo alimentare quale la Celiachia? Grazie

[#1] dopo  
Dr. Pier Francesco Leucci

24% attività
16% attualità
12% socialità
MAGLIE (LE)
LECCE (LE)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2004
Una diagnosi di Fibromialgia (nella più classica forma similspasmofilica) mi sembra la più probabile. Ma siccome è la più ovvia mi sembra anche strano che Le abbiano fatto eseguire accertamenti poco pertinenti.
MA UN Reumatologo L?HA MAI VISITATA??
Pier Francesco Leucci
REUMATOLOGO
Coordinatore Responsabile Reumatologia per l'AUSL LE - LECCE -

[#2] dopo  
Utente 272XXX

Torno proprio ora dallla mia prima vista dal reumatologo, gli esami che avevo fatto fin'ora erano stati prescritti dal curante.
Il reumatologo mi ha visitato, mi ha toccato i tender point e fatto varie operazioni.
Da due settimane prendevo già l'elopram per una depressione, lui ha detto che già un pà sta facendo effetto, devo continuare a prendere l'elopram e mezza compressa di Flexiban. Comunque devo portargli la catella clinica del mio ricovero per pseudotumorcerebri, per controllare se mi hanno fatto fare gli screening ormonali ed autoimmuni. altrimenti me li prescrive lui insieme ad altri esami che portano ad una diagnosi di esclusione.
Comunque pensa che sia probabile una diagnosi di fibromialgia, ma prima vuole assicurarsne con alcuni esami.

[#3] dopo  
Dr. Mauro Ranieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
TAGLIACOZZO (AQ)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
la diagnosi di fibromialgia dai sintomui riferiti sembra la più probabile vista la grossa componente mialgica muscolare con enzimi muscolari negativi,anche la tachicardia e i disturbi dell'alvo sono caratteristici,tuttavia resta fondamentale la visita fatta dal clinico
cordiali saluti dr.mauro ranieri
mauro ranieri

[#4] dopo  
Dr. Mauro Granata

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
La diagnosi di fibromialgia è molto probabile. Riguardo i suoi quesiti La rimando a quello da me già scritto nel consulto “Fibromialgia” del 14/08/2006. Rimango a Sua disposizione ai recapiti indicati. Mauro Granata
Mauro Granata

[#5] dopo  
Utente 272XXX

Vi ringrazio per le risposte, e sto avendo più chiarezza.
In questo momento mi sento molto ansioso, perchè dopo lo pseudotumor avere un altra patologia mi preoccupa, e poi mi preoccupano altri esami da fare perchè ho paura che ci sia dell'altro.
Ma cercherò di affrontare con più calma la cosa.
Avrei delle domande però.
Il reumatologo mi tra l'altro mi ha tastato i puntu della mano tra il pollice e l'indice, e un punto sul lato del gomito, provocandomi dolore.
Tormato a casa nello spiegare alla mia ragazza cosa aveva fatto il medico gli ho tastato gli stessi punti, e anche lei ha sentito molto dolore, che significa che tutti provano dolore in quei punti, e allora perchè vengono testati?
Poi vorrei sapere i farmaci prescritti come inizio terapia vanno bene?
Per ultimo se voglio fare attività fisica meglio ginnastica posturale o Yoga?
Scusate le domande, ma ho bisogno di sapere e soprattutto di avere fiducia in chi mi cura. grazie

[#6] dopo  
Dr. Giovanni Poretti

24% attività
0% attualità
0% socialità
TARANTO (TA)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2001
I farmaci sono ottimi, se tollerati ma se riuscisse a iniziare una ginnastica yoga del corpo ed hatha yoga con le sue asane per la respirazione.
Le trovo ottimali per il suo caso.
Guardi le palestre che hanno esposto il cartello FIY (Federazion eItaliana Yoga) e provi ad iniziare un corso .
In piazza Bologna , ai tempi dell'universita' , 30 anni orsono , ne frequentavo una con un ottino maestro ,provi ma Roma non ha di questi problemi perche' trovera' una palestra seria .
Saluti
Dr Giovanni Poretti
Specialista in Reumatologia
Via acclavio 123
74100 Taranto - Italia

[#7] dopo  
Utente 272XXX

La ringrazio dott. Poretti, l'elopram lo prendo già da centi giorni e non mi sta dando problemi il flexiban ne prendo mezza compressa la sera e penso riuscirò a tollerarla, grazie per le informazioni sullo yoga, ha ragione a Roma non mancano strutture, al più presto mi iscrivrò ad un corso.

[#8] dopo  
Utente 272XXX

Avrei un'altra domanda, capisco i problemi muscolari legati a questa patologia, ma questa diarrea che mi prende ogni due tre settimane è legata anche questa alla patologia? e se si in che modo?

[#9] dopo  
Dr. Mauro Ranieri

24% attività
0% attualità
0% socialità
TAGLIACOZZO (AQ)
AVEZZANO (AQ)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2006
si la diarrea potrebbe essere collegata alla fibromialgia come già le avevo risposto in precedenza.
esiste proprio una forma di colon irritabile che si accompagna e fa parte della sindrome
cordiali saluti
mauro ranieri
mauro ranieri

[#10] dopo  
Utente 272XXX

Cari dottori, sono 22 giorni che ho iniziato la terapia con elopram e Flexiban, e devo dire che la mia situazione è migliorata, la notte dormo, e non mi sveglio più con i bruciori ai muscoli e dolore alle spalle. Non mi sento più stanco e debole e ho ritrovato un pò di energie. E anche la diarrea sembra si sia femata, almeno per il momento. Però in questi giorni dopo aver fatto una lunga passeggiata al parco il giorno mi facevano male i muscoli delle gambe, e l'altro giorno avendo camminato per lungo tempo con il giubbotto sul braccio, anche il braccio il giorno dopo aveva dolori muscolari. Il classico dolore da acido lattico. E0' vero che ho sforzato i muscoli con la passeggiata e col giubotto, ma prima che iniziasse tutto questo, queste attività non mi provocavano dolore. In più ieri mentre cercavo di montare un'uovo mentre cucinavo dopo una decina di secondi mi dovevo fermare perchè la parte superiore del braccio, verso i tricipiti si stancava subito e mi faceva male e tutto il braccio si stancava. Questi sintomi possono sempre essere legati alla fibromialgia? E se si quanto tempo dovrà passare prima che anche questi problemi svaniscano? Grazie

[#11] dopo  
Utente 272XXX

Una domanda sugli effetti secondari dell'Elopram e del flexiban.
Io sono ipermetrope e da una settimana ho problemi con la vista, non riesco più a leggere bene, come se mi fosse calata la vista. Da lontano sembra che non abbia problemi. Questo può essere causato dai farmaci?