Utente 129XXX
salve, sono un ragazzo di 25 anni, da giugno ho dei dolori al collo, il mio medico mi diede da prendere il tachi caf per 4 giorni, il dolore è passato,ultimamente è ricomparso manifestandosi generalmente a metà della mattina o del pomeriggio, però quando mi alzo la mattina non avverto niente, cioè sto molto bene. tra l'altro in questa settimana è venuto ad alternarsi anche un leggero fastidio anche alla schiena, nella zona toracica dietro. é strano ma quando avvertivo dolore al collo quello alla schiena spariva, o viceversa, ora sono 2 giorni che quello alla schiena è sparito, forse perchè è anche da 4 giorni che ho ripreso il tachi caf, però ho sempre questo dolore o fastidio al collo, sia la parte sinistra eo quella destra, tra l'altro oggi ho anche il braccio sinistro leggermente informicolato. Qualche settimana fa andai anche da un ortopedico ma mi disse di non preoccuparmi più di tanto e che se il dolore ricompariva allora avrei dovuto fare una radiografia, e così ho fatto (avrò il risultato tra una settimana),ho una paura tremenda che si tratti di un'ernia cervicale però l'ortopedico l'avrebbe esclusa anche perchè se fosse ernia cervicale non potrei girare la testa in tutte le direzioni come in realtà posso tranquillamente fare sia nel momento in cui avverto il fastidio o quando sto bene. C'è chi dice che potrebbe essere una postura sbagliata oppure che sia dovuto al fatto che entro ed esco molte volte nei locali climatizzati. Se esercito una pressione con le dita sulle vertebre non sento male e neanche su tutto il resto del collo, però non mi spiego questo dolore che va e viene. Ho comunque paura che si tratti di ernia o di peggio ancora. che mi consigliate? grazie
[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
I disturbi descritti potrebbero avere origine da problemi discali del rachide cervicale. Le consiglio una visita specialistica ortopedica in Centro che si occupi di Chirurgia vertebrale, ad es l'Ortopedia 2 di Careggi http://www.aou-careggi.toscana.it/internet/index.php?option=com_content&task=view&id=18&Itemid=159.
In genere il trattamento è fisioterapico, ma è bene che lo decida lo specialista dopo averLa visitata
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 129XXX

Iscritto dal 2009
salve,ho ritirato oggi il risultato della risonanza magnetica che dice: NON SI APPREZZANO ALTERAZIONI A CARICO DELLE STRUTTURE SOMATICHE DEL TRATTO ESAMINATO AD ECCEZIONE DI UNA MINIMA PROTRUSIONE MEDIANA A LIVELLO C6-C7. NON ALTERAZIONI A CARICO DELLE STRUTTURE MIDOLLARI PER MORFOLOGIA E SEGNALE. REGOLARE LA CERNIERA CERVICO-OCCIPITALE.
da settembre la mia situazione è molto migliorata, il dolore al collo è praticamente sparito, non ho più i formicolii al braccio sinistro (durati forse 10 giorni, saltuariamente nell'arco del giorno, a settembre)e anche la schiena ha smesso di farmi male. sto continuando a fare nuoto, inoltre mi sono accorto che tenendo il collo a contatto con fonti di calore mi dà molto sollievo. sono tuttavia preoccupato per questa protrusione, anche se minima, ma c'è. domani ho l'appuntamento con l'ortopedico-posturologo.
le mie domande sono:
- si può guarire?
_ il mio lavoro può influenzare molto tutto ciò?
- cosa posso fare per cercare di migliorare, cioè far rientrare questa protrusione, prima che diventi un ernia?
- potrebbe essere un problema degenerativo?
grazie per le sue risposte
[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
20% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
La protrusione di un disco cervicale dovuta alla degenerazione del disco non guarisce, nel senso che non può "rientrare", però può rimanere lì e non dare problemi.
Sicuramente il lavoro e l'atteggiamento del collo può influire.
Cordiali saluti