Utente 271XXX
Buongiorno,
circa a metà dicembre, dopo alcuni giorni di dolore intenso, tramite ecografia mi vengono riscontrati due calcoli alla cistifellea.
Sono stato operato d'urgenza e mi viene asportata la cistifellea insieme ai due calcoli, in laparoscopia.
Al risveglio noto subito un rigonfiamento dell'addome che prima non avevo.
Dimesso dopo due giorni dopo l'intervento noto da subito un dolore ai fianchi all'altezza del bacino, dolore che si alterna un po' a sinistra ed un po' a destra.
Consulto il mio medico che mi dice che sono dolori che possono essere provocati dal diaframma che inavvertitamente può essere stato "toccato" durante l'operazione e mi consiglia di fare molto movimento come nuoto o passeggiate. In più mi prescrive dei sali biliari da prendere per almeno un mese e più.
Ora i dolori ai fianchi sono spariti, il gonfiore alla pancia è un po' diminuito (diciamo del 50%) ma da un paio di settimane ho un lieve fastidio (più che un dolore) nella zona che parte dall'osso posto sotto il gluteo destro e che continua giù per la coscia interna destra.
Inoltre mi sono accorto che l’erezione che avevo prima dell’operazione non è più tale, è più “debole”. Potrà tornare come prima? E’ una questione di tempo oppure qualcosa è stato “intaccato” durante l’intervento?
Grazie per un vostro parere sull'argomento.
Cordiali saluti.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Pescatori
44% attività
12% attualità
20% socialità
REGGIO EMILIA (RE)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gentile lettore,

non ritengo che ci possa essere alcun rapporto diretto tra colecistectomia laparoscopica e difficoltà di erezione. Se nota che la qualità dell'erezione ha un andamento in miglioramento, sia fiducioso che molto probabilmente tutto tornerà come prima, ma se vede che il quadro è stabile o in peggioramento, consideri di farsi valutare da un andrologo.

Cordialmente,

Edoardo Pescatori
[#2] dopo  
Dr. Augusto Vercesi
24% attività
4% attualità
0% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Caro lettore,
Non è tecnicamente possibile che possano essere state danneggiate, durante un intervento di chirurgia laparoscopica per colecistectomia, delle strutture anatomiche legate al meccanismo erettile.
Il gonfiore addominale riferito dopo l'intervento è da imputare al gas che deve essere infuso in addome per poter eseguire l'intervento stesso.
Il gas si riassorbe spontaneamente dopo alcuni giorni.


Augusto Vercesi
[#3] dopo  
25413

Cancellato nel 2013
Gentile Utente,
con un semplice intervento di colecistectomia laparoscopica non è possibile alterare l'erezione. Né il fatto di aver "toccato" il diaframma comporta alcuna complicanza.
I suoi "disturbi" sono conseguenze normali di ogni intervento chirurgico. Il "gonfiore" addominale magari può essere dovuto ad un dismicrobismo colico (da antibiotici).
Il dolore tipicamente sciatico non può aver rapporto con l'intervento di per se, anche perché è insorto da un paio di settimane, mentre l'intervento è stato fatto a dicembre!
Per non parlare poi del deficit erettivo, per il quale consiglierei una visita andrologica.
Auguri
Giovanni D. Tebala
[#4] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2007
Ringrazio per le cortesi e pronte risposte.
Leggendo qualche articolo sull'argomento della DE trovati su alcuni siti internet, ho trovato quanto segue

....i farmaci che possono provocare, come effetto collaterale, la disfunzione erettile, come quelli compresi nelle seguenti categorie: farmaci che abbassano il colesterolo,....(altri)

Vi chiedo: i sali biliari che sto prendendo, possono influire sulla DE?

Ringrazio nuovamente per la vs collaborazione.
[#5] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro signore la invito a tranquillizzarsi in quanto non esiste possibilità di interessamento di strutture anatomiche deputate all'erezione durante un intervento di colecistectomia,tantopiù per via laparoscopica! In ogni caso rifletta sul fatto che ha da poco subito un intervento chirurgici e che tutto sommato in questo periodo lei è ancora in convalescenza...dunque provi a risollevarsi pensando proprio a questo e vedrà che pian piano tornerà alle attività comuni e quotidiane di sempre...erezione compresa.
Ps. i sali biliari ed il loro metabolismo non hanno alcunaimplicazione nella genesi della disfunzione erettile.
Tanti auguri e cari saluti,
dott. Daniele Masala.
[#6] dopo  
Utente 271XXX

Iscritto dal 2007
Egr. Dott .Masala,
aveva ragione...la disfunzione erettile è tornata alla normalità.
Era solo questione di tempo, ovvero due mesi e mezzo dopo l'intervento chirurgico.
La ringrazio per le sue parole.
Cordiali saluti.