Utente 131XXX
Ciao a tutti
Il mio problema è che nei miei rapporti perdevo l'erezione poco dopo la penetrazione e ho una scarsa eccitabilità e calo del desiderio... Sono andato allora da un andrologo e son rimasto un po' deluso..... subito mi ha etichettato come psicotico solo perchè balbettavo un po' e mi ha consigliato di rivolgermi ad una sessuologa senza manco darmi uno sguardo all' attrezzatura...(difficilmente tornerò a farmi visitare da lui..che sembrava addirittura infastidito...mhaaa) cmq quando gli ho riferito della mia mancanza di erezioni notturne e del calo del desiderio mi ha consigliato di fare, ma solo per sicurezza, il dosaggio di testosterone, prolattina, lh, fsh.
Oggi ho ritirato gli esami e questi sono i risultati

fsh 3,8 valori normali 2.3 - 15.1
lh 3.4 valori normali 1.0 - 9.0
testosterone 471.0 valori normali 350,0 - 860,0
prolattina alta 26,2 valori normali 3.0 - 17.00

Volevo un parere riguardo questi valori prima di rivolgermi al medico curante e volevo sapere come devo muovermi adesso?? devo rifare gli esami?? è possibile che questi valori siano causati dal lexotan che prendevo per l'insonnia fino a 10 giorni prima degli esami? (adesso non le prendo più le 6 gocce...ma prendo una tisana al biancospino e lavanda e dormo come un ghiro)
Grazie anticipatamente

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,

lei presenta una prolattina un pò mossa verso l'alto; questa è una situazione che spesso vediamo quando il maschio subisce un forte stress, anche di tipo emotivo, acuto (ad esempio la semplice puntura fatta al prelievo ematochimico).

Per verificare questo dato bisogna generalmente ripetere il dosaggio basale e poi rimanere, disteso a "riposare" per 30-45 minuti con già inserito un ago-canula eparinata appunto per evitare un nuovo prelievo "acuto".

Se al secondo prelievo tutto torna nella norma il dato dell'iperprolattina non è significativo.

A questo punto comunque deve risentire il suo andrologo.

Un cordiale saluto.
[#2] dopo  
Utente 131XXX

Iscritto dal 2009
Volevo ringraziarla per la pronta risposta...
Consulterò l'andrologo come mi consiglia...magari cambiandolo...e ripeterò gli esami...Volevo solo chiedere se anche al secondo esame i valori della prolattina risultano gli stessi devo prendere dei farmaci? e il fatto di aver usato il lexotan in passato può aver inciso su questi valori...magari aspettando un po'..adesso che non prendo più niente tutto si rimette a posto in maniera spontanea..
Grazie mille
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,

se il valore dovesse rimanere alto, sarà il suo andrologo ad indicarle eventuali altre indagini diagnostiche più mirate e poi impostare la corretta terapia .

Non darei invece molto importanza alla Benzodiazepina che lei ha preso fino a poco tempo fa ma, in maniera prudenziale, aspetti ancora qualche giorno prima di ripetere eventualmente il dosaggio della prolattina con le modalià che le ho indicato.

Un cordiale saluto.