Utente 133XXX
sono una donna di 33 anni con una lunga storia di dimagrimenti e aumenti di peso ale spale.faccio questa fattica da cca 15 anni.Per darvi un es,solo 1 anno fa da 94 kg sono riuscita ad arrivare con una volonta ferrea a 62 kg in cca 7 mesi e mi sono mantenuta per cca 8 mesi a questo peso per poi arrivare pian piano al peso attuale 90 kg per 1.60m.ho sempre fatto la dieta sbagliata e lo so ma adesso sono stanca non ce la faccio piu devo fare qualcosa per che odio me stessa per il mio aspetto. per favore mi aiuti a iniziare con il passo giusto.Per adesso non posso rivolger-mi a un dietologo non essendo coperta di assicurazione medica . vi ringrazio in anticipo e aspetto la vostra risposta

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Gianluca Carpentieri
24% attività
0% attualità
12% socialità
REGGIO DI CALABRIA (RC)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2007
Purtroppo può capitare dopo un importante dimagramento, senza una dieta di mantenimento e delle errate abitudini alimentari di ritornare al peso iniziale.
capisce bene che ho pochi consigli da darLe anche se proverei a ripetere il regime alimentare mantenuto durante i 7 mesi di dieta e cosa che comunque credo faccia associerei dell'attività fisica.
purtroppo a distanza non posso dirLe altro salvo di cercare al più presto di rivolgersi ad un dietologo che la segua per un lungo periodo di tempo.
[#2] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
4% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2003
Gentile Signora, ho letto con grande interesse quanto da lei esposto. Innanzi tutto le raccomando di non perdere più tanti chili in così poco tempo; la riduzione del peso corporeo deve avvenire gradualmente ed in modo costante, altrimenti il rischio è quello di non riuscire a mantenere i risultati raggiunti. Si ricordi che ogni dimagrimento porta sicuramente ad una riduzione della massa grassa, ma inevitabilmente a questa, si associa una perdita di una piccola parte di massa magra. Ogniqualvolta riprendiamo peso, la massa magra perduta verrà "rimpiazzata" da massa grassa e questo oltre a non essere salutare renderà sempre più difficile i successivi tentativi di perdere peso. Il modo più corretto per approcciare il suo problema è farsi seguire da uno specialista, ma siccome per adesso è impossibilitata, inizi a ridurre il superfluo. Faccia una prima colazione il più completa possibile, a pranzo assuma una porzione limitata di carboidrati sotto forma di pasta, non associ altri amidi (non mangi il pane) e assuma un secondo piatto a base di proteine (carne o pesce magro). Fondamentale una giusta quantità di fibre (verdure od ortaggi) e la frutta (1 frutto medio). A cena andrà bene un secondo piatto, il contorno di verdure od ortaggi, il pane e ancora frutta come a pranzo. Assolutamente necessaria l'attività fisica prevalentemente aerobica (camminare a passo veloce per almeno 30 minuti al giorno), proprio come giustamente consigliato dal Dott. Carpentieri.
Inizi così... il resto verrà da se.
Cordialmente