Utente 288XXX
Salve mi chiamo Alessio, maschio; 20 anni; 69kg, 1.75m; occhi e capelli castano scuro, carnagione moderatamente scura.
Negli ultimi 2 anni non ho fatto uso di medicinali, esclusi 1 trattamento antistaminico di 10gg il mese scorso.
Soffro di ipertricosi facciale, negli ultimi 2 anni ho, sotto consiglio della mia dermatologa, effettuato un trattamento laser per eliminarla presso uno studio dermatologico attrezzato.
Mi sono già sottoposto a 7 sedute con laser ad alessendrite, uno ogni circa 3 mesi di cui 6 con densita d'energia 20J/cm2.
Non presento decrementi dell'ipertricosi apprezzabili.
Il dermatologo che ha effettuato il trattamento sostiene che gli scarsi risultati sono imputabili ad un elevata produzione di ormoni e sostiene che altri trattamenti, come un laser a diodi, non presente in tale studio, non possano dare risultati migliori.
Volevo chiedere se esiste un trattamento alternativo per far recedere l'iperticosi.
E sarei anche interessato a sapere se effettuare una depilazione della zona con ceretta o a lametta (che ho effettuato solo prima delle sedute laser) potrebbe avere controindicazioni.
Ringraziando anticipatamente per l'attenzione, cordiali saluti
Alessio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

sarebbe opportuno valutare la presenza di alterazioni ormonali responsabili di tale problema.
Se la localizzazione e' solo sul viso e' probabile che non ci siano tali alterazioni ma comunque e' preferibile effettuare un prelievo.

Per cio' che riguarda la depilazione, gli uomini sono soliti fare la barba la mattina per cui non ci sarebbe nulla di strano.

Cordiali Saluti
Dr. F.S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
[#2] dopo  
Utente 288XXX

Iscritto dal 2007
La ringrazio per la celerità della risposta dr Ruggiero,
volevo però precisare che per controindicazioni nei confronti di una rasatura a lametta intendevo chiedere se i peli superflui che adesso si presentano sotto forma di peluria, dopo una rasatura o un epilazione a ceretta non acquistino la stessa consistenza della mia barba che rispetto alla peluria della zona ipetricotica presenta peli con un diametro visibilmente maggiore, e risulta quindi più vistosa e scura.
Se cioè avrebbe subito lo stesso decorso della normale peluria facciale adolescenziale che con il tempo e le rasature si trasforma in barba vera e propria.

In quanto alla localizzazione del problema, esso e presente solo sul viso, in caso quindi non siano riscontrabili alterazioni ormonali saprebbe consigliarmi un trattamento alternativo al laser ad alessandrite che, nonostante sia uno dei metodi più usati non ha dato risultati apprezzabili.

Cordiali saluti
Alessio

[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Il LAser alessandrite è specifico solo per i fototipi I-II (pelle chiarissima/chiara). Si determini con il suo dermatologo per chiarire il suo problema che mi sembra tuttavia non riconducibile ad una vera ipertricosi; spetterà al dermatologo che la visiterà la diagnosi precisa.

Per informazione è giusto sapere che la lametta nel taglio dei peli così come della barba, non provoca l'irrobustimento degli stessi, questo è solo un luogo comune: essa agisce tagliando il fusto del pelo: pertanto, la sua ricrescita, inizierà dalla porzione più robusta dell'annesso cutaneo, simulando un irrobustimento che in realtà non c'è.
Solo gli ormoni sono responsabili dell'aumento o della riduzione del ciclo di crescita dei peli e non altro.

cari saluti.
Dott. Luigi LAINO
Dermatologo e Venereologo, ROMA