Utente 286XXX
Gentilissimi dottori,
a meta ottobre la mia ragazza si è accorta di una protuberanza sul collo vicino l'attacco della mandibola(deve essersi gonfiato in breve tempo perche era molto evidente e ce ne saremmo accorti tutti prima in caso fosse stato li da tempo) non dava nessun fastidio pero si e' rivolta a un medico. da li ha fatto molti esami del sangue(mononucleosi CMV hiv)una tac total body con contrasto ago aspirato che non hanno evidenziato niente.dopo l'ago aspirato il bozzo e' diminuito di molto.Il medico cos' l'ha mandata da un chirurgo che ha reputato inutile l'operazione da qui la cosa si complica(almeno per noi).
il linfonodo almeno da l'ultime ecografie e' diventato una ciste(ma come è possibile?), poi verso i primi dicembre e' comparsa una febbretta max 37.4 sostanzialmente sempre presentea meta' mattinata e meno frequnte al risveglio e la sera, non si manifestano altri sintomi. Adesso lei e' ricoverata per ulteriori accertamenti.
Ecco le mie domande: e' una ciste o un linfonodo? l'ago aspirato se fatto siul linfonodo dovrebbe essere ripetuto sulla ciste? la febbre secondo voi e' collegata?(approfondisco questo punto perche ad un nostro amico sintomi simili alla fine hanno diagnosticato un tumore)
in piu considerando che siamo insieme da piu di 2 anni quanto e' veritiero il test hiv effetuato, nel senso quante possibilità ci sono che sia hiv e che non era riscontrabile tre mesi fa'?(approfondisco questo lato perche se uno fa una ricerca su internet su questi sintomi l'hiv va per la maggiore)
ed in fine puo trattarsi di qualcosa di psicosomatico spesso nel fine settimana momenti di tranquillità non ha niente e il lunedi ricompare.
mi scuso per essere stato confuso, spero che comunque possiate darmi un aiuto.
Codialmente Francesco
[#1] dopo  
Prof. Matteo Bassetti
24% attività
0% attualità
4% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 28
Iscritto dal 2001
Gentile utente,
il caso clinico che lei illustra non è di semplice interpretazione.
Dal punto di vista infettivologico, un quadro con linfoadenopatia e febbre potrebbe essere causato da molteplici agenti eziologici.
Le consiglierei comunque di eseguire i seguenti accertamenti:
- intradermo PPD per la tubrecolosi, TB test o quantiferon, ricerca BK su espettorato, PCR, VES, sierologia per toxoplasma e per Bartonella henselae, ferritina, elettroforesi + proteine totali
Per qual che concerne HIV, se non vi sono stati ulteriori contatti, tre mesi sono in genre sufficienti, se la sierologia è negativa, per escludere l'infezione.
Cordiali saluti
Matteo Bassetti