Utente 135XXX
Gentile Dottore,

Le scrivo per chiederle un'informazione e avere un consiglio per quanto riguarda il mio problema.
Le spiego: il mio sogno più grande è sempre stato quello di diventare pilota
di linea, ho così deciso di intraprendere questa strada subito dopo aver concluso il liceo.
Volendo frequentare una scuola svedese, il settembre scorso ho preso
appuntamento al centro medico di Stoccolma per sottopormi alla visita per
l'ottenimento del certificato medico di prima classe. Purtroppo ne è risultato
che sono ipermetrope +4 dall'occhio destro e, come mi è stato detto, sono
fuori dalle regole, essendo di 2 diottrie la differenza massima consentita tra un occhio e l'altro. Per questo motivo mi è stato negato il certificato medico senza che mi venisse data una soluzione o una speranza! Ovviamente rinunciare
a questo sogno per me sarebbe la fine e perciò mi domandavo: non è proprio
possibile raggiungere i requisiti necessari attraverso l'uso di occhiali o lenti a contatto o al massimo attraverso la chirurgia refrattiva LASIK?

La ringrazio moltissimo per la sua attenzione.



Distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Rufo
40% attività
12% attualità
16% socialità
AMASENO (FR)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2003
Gentile utente, avendo fatto la visita medica per il rilascio di un certificato di idoneità al volo di 1° Classe a Stoccolma, la normativa di riferimento è quella delle JAR-FCL 3. (In Italia la normativa di riferimento è il DGAC-MED D.M. 15 Settembre 1995).
I requisiti visivi delle JAR-FCL 3 sono:

JAR-FCL 3.220 Requisiti Visivi

(a) Acutezza visiva da lontano.
L'acutezza visiva da lontano,con o senza correzione, deve essere 7/10 o più in ogni occhio separatamente e l'acuità visiva binoculare deve essere di 10/10 o più [vedere JAR-FCL 3.220 (h) seguente].
Non devono essere applicati limiti all'acuità visiva non corretta.

(b) Errori refrattivi. È definito errore refrattivo la
deviazione dall'emmetropia misurata in diottrie nel meridiano più ametrope.
La refrazione deve essere misurata con metodi standard (vedere Paragrafo 1 dell'Appendice 13 relativa alla
Sottoparte B).
Gli aspiranti devono essere considerati idonei per quanto riguarda l'errore refrattivo se incontrano i requisiti
di seguito riportati:
1) Alla prima visita l'errore refrattivo non deve superare ± 3 diottrie.
2) Alle visite di rinnovo, il richiedente un certificato
medico considerato soddisfacentemente esperto dall'Autorità Competente per il rilascio delle licenze, con errori refrattivi fino a +3/-5 diottrie e con storia di visione stabile può essere considerato idoneo dall’AMS (vedere Paragrafo 2 dell’Appendice 13 relativa alla Sottoparte B).
3) In un richiedente con errore refrattivo con una
componente astigmatica, l’astigmatismo non deve eccedere 2
diottrie.
4) La differenza nell’errore refrattivo tra i 2 occhi
(anisometropia) non deve eccedere 2 diottrie.

(h) 1) Se un requisito visivo è raggiunto solamente con
l’uso di correzione, gli occhiali o le lenti a contatto devono permettere una funzione visiva ottimale ed essere idonee per scopi aeronautici.

APPENDICE 12 relativa alle SOTTOPARTI B e C
Requisiti oftalmologici
(Vedere JAR-FCL 3.215 e 3.335)
1. La chirurgia rifrattiva implica la non idoneità.
La ricertificazione per la Classe 1 e la certificazione per la Classe 2 possono essere considerate dall'AMS dodici mesi dopo la data dell'intervento rifrattivo, se:

a) la refrazione preoperatoria come definita nella
JAR-FCL 3.220 (b) e 3.340 (b) era meno di 5 diottrie;

b) sia stata ottenuta una soddisfacente stabilità di refrazione (meno di 0.75 diottrie di variazione diurna);

c) la sensibilità all'abbagliamento non sia aumentata.

2.

a) Alla visita medica iniziale per un certificato Classe 1 deve essere effettuata una visita oftalmologia da parte, o sotto la guida e la supervisione di, uno specialista in oculistica accettato dall'AMS.

Gentile utente questa è la normativa di riferimento per il suo problema pertanto è consigliabile una visita medica oculistica.