Utente 311XXX
Il giorno 16 Marzo ho avuto un rapporto con una prostituta dall'aspetto molto magro e non certo sano..(questo purtroppo l'ho visto bene qualche giorno dopo alla luce del sole..)
Ho la certezza che il preservativo si è rotto è ho continuato il rapporto senza accorgermi del problema.
Mi hanno riferito che questa prostituta accetta anche rapporti non protetti.Penso che già questo farebbe dormire poco tranquillo.
Io circa una settimana dopo ho cominciato ad avere calori, debolezza, senso di oppressione alle orecchie.
Come ad ondate, mi sento mancare totalmente le forze e provo sintomi simili alla mononucleosi (che ho avuto nel 2005) con l'eccezione che non sento al momento i gonfiori alle ghiandole sotto la mandibola.Ho delle specie di afte ai bordi della lingua.i sintomi da circa 20 giorni e non passano.

Ho fatto da solo le seguenti analisi:

HIV ( 1 + 2 ) anticorpi IN ATTESA DEL RISULTATO
HIV RNA qualitativo IN ATTESA DEL RISULTATO
CITOMEGALOVIRUS IgG PRESENTI 220 UA/ml
CITOMEGALOVIRUS IgM PRESENTI 1.155 Index
CITOMEGALOVIRUS IgM (test di confronto) Negativo 0.34 Index
Le Gamma globuline sono più alte del normale mentre la VES è normale.

Non essendo un medico vi chiedo:

1) se la scelta degli esami ha un senso e qual'è l' interpretazione.
Perchè CITOMEGALOVIRUS è positivo e poi negativo? Potrebbe essere una falsa positivizzazione
perchè c'è stata invece una infezione da HIV al primo stadio?

2) Quali esami devo fare per togliermi questi brutti dubbi?

Mentre vi scrivo sono caldissimo ma non ho febbre!

Un ringraziamento anticipato a chi mi risponderà
Grazie

[#1] dopo  
27942

Cancellato nel 2007
Caro utente,
dal 16 marzo non è passato nemmeno un mese, e probabilmente troverà negativi i test sull'hiv.n

Per quanto riguarda un rapporto con una lucciola sospetta, gli esami da fare sono i test per l'HIV ma dopo almeno 3 mesi dal probabile contagio, esami per la icerca del treponema pallidum (Sifilide) , esami per la ricerca di contadio di epatite B (se non ne è vaccinato ) e per il virus per l'epatite C.
Diciamo che questi sono gli esami principali.
Per il citomegalovirus , gli esami depongono per una infezione recente ma non certamente indicativa di un affiancamento ad altra infezione.
Attenderei gli esami dell'hiv e se negativi, li ripeterei per sicurezza tra 3 mesi, ed eseguirei la ricerca delgi altri marker indicati sopra.

Spero di esserle stato di aiuto.

Raffaele Marino

Atten