Utente 140XXX
Ho 35 anni, una partner fissa da 2 anni che da cui avrò a breve un figlio. Saltuariamente soffro di disfunzioni erettili che mi portano a piccoli grandi traumi emotivi, e mi pare che ultimamente il problema stia aumentando ( e ciò mi crea molto stress). Penso sia dovuto ad ansia da prestazione e/o ad un calo del desiderio sessuale o abbassamento del testosterone.
L’anno scorso, quando ho avuto per la prima volta questo problema, ho fatto due visite (nell’arco di 4 mesi) specialistiche che mi hanno rassicurato su eventuali problemi organici. Mi sono stati fatti esame urine e visita.
Vorrei sapere quali potrebbero essere le cause (Mi masturbo spesso - quasi tutti i giorni-, sono in genere piuttosto ansioso e questo è un periodo di stress) e cosa potrei fare per rimediare? (integratori alimentari naturali o fare più sport, masturbarmi di meno?, so che dovrei stare tranquillo..)
Temo che la cosa possa peggiorare e creare il famigerato circolo vizioso..
Consulterò un andrologo, immagino, ma speravo di avere qualche consiglio preventivo anche per capire cosa chiedergli.
Non vorrei ricorrere alla psicoterapia o all'utilizzo di farmaci
Scusate la prolissità
Cordiali saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
a spanna sembra un problema ansioso, vista la sqaltuarietà della cos, ma possono essere sovrapposte anche altre cause fisiche, visto l' aggravamento (ormoni?, metabolismo?, circolazione). Ora al dila tutto converrebbe una diagnosi precisa ed una terapia causale, se non è un cane che si morde la coda