Utente 141XXX
Mio suocero è affetto da cirrosi epatica ,diabete mellito di tipo II. Da qualche tempo è in cura presso il nostro centro ospedaliero con scarsi risultati di miglioramento o di assestamento della sua malattia.
Nonostante la terapia farmacologica prescritta alla sua ultima dimissione : (Deursil RR 1 co, Laevolac 2x3, Laevolac clistere 1 flac die,Normix 2 cox3, Pantorc 1 co, Novonorm 0,5 1 co, dieta per diabetici, clarityn 1 co, Lasix 2 cox 2 luvion 100 1x2, Inderal 40 mezza x 2), continua a manifestare prurito persistente non responsivo alla terapia.
Vorrei sapere se ce una cura ,o qualche farmaco che possa eliminare o alleviare il problema di questo prurito.
Nell'attesa di una vostra risposta porgo i miei cordiali saluti.


[#1] dopo  
Dr. Mario Manunta
28% attività
0% attualità
16% socialità
PALERMO (PA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signore, il prurito in chi è affetto da malattia di fegato è cosa frequente. E' nella maggior parte dei casi dovuto alla colestasi ed è per questo che si tratta con la colestiramina, farmaco che riesce a "sequestrare" gli acidi biliari alleviando la sensazione di prurito.
Tuttavia, mi pare d'obbligo segnalarle che il prurito può essere un effetto indesiderato della repaglinide (Novonorm), farmaco efficace e in genere ben tollerato, che però suo suocero non dovrebbe assumere in quanto controindicato nella malattia di fegato avanzata. Quindi il problema è ben più importante dell'eventuale effetto collaterale. La invito, pertanto a consultare il diabetologo di fiducia, sottoponendogli la precisazione da me data.
In attesa di sue ulteriori notizie, le invio i miei più Cordiali Saluti.
[#2] dopo  
Utente 141XXX

Iscritto dal 2009


Ho ricevuto la vostra risposta di cui ne farò tesoro.
Al più presto provvederò,per un consulto presso lo specialista da voi indicato e vi darò notizie .
Colgo l’occasione per porre a tutti voi dello staff il mio più cordiale augurio di BUON ANNO e
GRAZIE per la vostra disponibilità.